Cerca nel sito
Patrimoni Unesco Italia: Sacri Monti di Piemonte e Lombardia 

La storia delle Sacre Scritture tra i Monti di Piemonte e Lombardia

Sono sette i complessi devozionali ricchi di opere artistiche inseriti in meravigliosi contesti paesaggisitci

Quinta Cappella del Sacro Monte di Varese
©iStockphoto
Sacri Monti di Piemonte e Lombardia: quinta cappella del Sacro Monte di Varese
Ci sono dei luoghi mistici, disseminati lungo tutto lo Stivale, che rivelano suggestioni infinite. Tra questi il sito seriale dei Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia che comprende sette complessi devozionali piemontesi e due lombardi eretti nelle Alpi Occidentali Sono databili tra la fine del XV e il XVIII secolo ed illustrano avvenimenti e principi fondamentali della fede cattolica. Vengono infatti narrati momenti della vita e della Passione di Cristo, episodi di Maria Vergini e dei Santi attraverso gruppi scultorei ed affreschi di pregevole valore artistico. I gruppi di cappelle e di altre strutture architettoniche, oltre al loro evidente significato simbolico e spirituale, sono quindi un’attrazione anche dal punto di vista artistico e risultano integrati in un ambiente naturale e paesaggistico di grande impatto visivo, tra colline, boschi e laghi.

Leggi anche: Sacro Monte di Varallo e il genio di Gaudenzio Ferrari

Ad attribuire un valore universale ai Sette Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia è stato l’inserimento, nel 2003, nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Infatti sono “la realizzazione di un’opera di architettura e di arte sacra in un paesaggio naturale, per scopi didascalici e religiosi, che ha raggiunto la sua più alta espressione e ha avuto una profonda influenza sui successivi sviluppi del fenomeno nel resto d’Europa. Inoltre rappresentano la riuscita integrazione tra architettura e belle arti in un paesaggio di notevole bellezza realizzati per ragioni religiose in un periodo critico della storia della Chiesa Cattolica” I percorsi devozionali sono organizzati a tappe e si snodano lungo le pendici di alture, in cappelle o edicole che riproducono in scala minore i luoghi e gli spazi della Nuova Gerusalemme in cui si erano svolti gli avvenimenti sacri.

I Sacri Monti, eretti in terra di confine dalla Chiesa cattolica come ideale roccaforte per contrastare la Riforma protestante, offrivano ai pellegrini la possibilità di visitare i luoghi della Terra Santa non più facilmente raggiungibili in seguito alla conquista turca di Costantinopoli del 1453 e ancora oggi, oltre a rappresentare una meta devozionale, caratterizzano in maniera significativa gli splendidi paesaggi delle regioni in cui si trovano. Tra quelli di maggior rilievo spiccano il Sacro Monte di Varallo Sesia in Piemonte, un complesso costituito da 45 cappelle, dalla basilica dedicata all’Assunta e da altri edifici, realizzato sopra una rupe che sovrasta il borgo di Varallo; i suggestivi itinerari di Serralunga di Crea in provincia di Alessandria, con le sue 23 cappelle costruite su uno dei colli più alti della regione del Monferrato; il sito di Orta San Giulio, il solo dedicato a San Francesco d’Assisi.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati