Cerca nel sito
Alto Adige Torgellen 2014 masi e prodotti tipici

La cultura del Vino Nuovo in Alto Adige

Da fine settembre a dicembre va in scena il Torgellen, l’antica usanza che celebra il vino fatto in casa e i prodotti tipici

Alto Adige prodotti tipici<br>
© Alto Adige/SudTirol
Torgellen, prodotti tipici
Alto Adige, terra delle tradizioni più autentiche, dove la natura che regna sovrana non solo regala panorami mozzafiato e la possibilità di qualunque sport sia invernale che estivo, ma anche una gastronomia ricca di prodotti tipici tra cui il vino. Una delle usanze più caratteristiche della zona di Bolzano e dintorni è quella del Torggelen, che viene celebrato ogni anno dall’ultimo fine settimana di settembre fino ad inizio dicembre.

Leggi anche: ALTO ADIGE, MASI COME ATELIER

L’antica tradizione è nata per dar modo ai contadini di invitare a degustare il proprio vino fatto in casa: il nome deriva dal latino “torquere” che significa pressare, strizzare, attorcigliare, con un chiaro riferimento ai grappoli d’uva che venivano pressati nella canine. I contadini della valle che producevano il vino e facevano pascolare il bestiame nei masi dei contadini di montagna erano soliti festeggiare il periodo della vendemmia con una festa in cui offrivano loro un ricco banchetto, e il Torgellen è nato proprio come ringraziamento e merce di scambio. Se in origine per degustare il vino nuovo si scendeva nelle cantine a valle, con il passare del tempo ci si spostava in ambienti sempre più caldi e accoglienti, come le tipiche stube in legno riscaldate dalle stufe, trasformate quindi in ospitali rifugi dove assaggiare le specialità locali, magari dopo una passeggiata tra boschi di castagni.

Come piatto principale, inizialmente  si servivano speck e kaminwurzen, il tipico salamino affumicato, o comunque specialità molto semplici e gustose. Oggi ogni stube ha la propria specialità: si possono provare ricchi piatti a base di carne affumicata, crauti, affettati e salsicce, canederli, zuppe, minestre d’orzo, pane di segale, formaggi. A chiusura del Torggelen non possono mancare le caldarroste né i dolcissimi krapfen, il tutto sempre accompagnato da mosto e dal vino nuovo.

Altri luoghi dove si celebra la gustosa tradizione si chiamano Buschenschänke e Hofschänke: si tratta di osterie dove nei primi vengono offerti anche vini di produzione propria, mentre i secondi hanno etichette altoatesine ma non producono vino. Sono entrambi aperti per un massimo di 180 giorno all'anno, vengono gestiti dai contadini e dalle loro famiglie ed offrono prodotti di produzione propria. Il Torgellen è ancora più apprezzato dopo una bella escursione, ed uno degli itinerari più interessanti è sicuramente il noto Sentiero del Castagno, che parte da Castel Roncolo, il maniero ricco di affreschi che si trova alle porte di Bolzano, e, snodandosi per 60 chilometri, arriva fino a Varna, nei pressi di Bressanone, passando per l'Altipiano del Renon, tra magnifici castagneti.

GUARDA LE FOTO: A PIEDI NUDI SULLA RUGIADA NEI MASI

Proprio nella splendida cornice dell’altipiano del Renon, ad un’altezza di 1450 metri, si trova Bad Siess (Mittelberg 58; www.badsiess.com), storica e tradizionale locanda che dispone di nuove camere ampie ed accoglienti, nota non solo per l’ottimo ristoro ma anche per il suggestivo panorama circostante. Il Kaserhof (Via Geirer 26, Soprabolzano/Renon; www.kaserhof.it) è un maso che si propone con confortevoli appartamenti per vacanze, la Stube tradizionale, terrazza con vista sulle Dolomiti, giardino, orto, stalle e terreno dove vivere piacevoli soggiorni.

GUARDA LE FOTO: I MASI DEL BENESSERE, INDIRIZZI UTILI
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100