Cerca nel sito
XXV anniversario Strage Capaci eventi concorso

Il XXV anniversario della Strage di Capaci

Il 23 maggio 2017 ricorre il 25esimo anniversario dell’attentato in cui morì Falcone

istockphoto.com
Palermo
25 ANNI DALLA STRAGE DI CAPACI

Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi”. La frase di John Fitzgerald Kennedy fu citata da Giovanni Falcone ed è oggi di ispirazione per le celebrazioni del venticinquesimo anniversario della Strage di Capaci. Gli ideali di Giovanni Falcone sono infatti, tutt’oggi, alla base della coscienza civile del nostro Paese e sorreggono le lotte quotidiane per lo stato di diritto. Lo scorso anno più di 50.000 studenti manifestarono a Palermo in occasione della triste ricorrenza. Quest’anno, oltre ai cortei, altri eventi culturali istituzionali rendono onore all’eroico magistrato scomparso.

IL CONCORSO

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, nell’anno in cui si celebra il XXV anniversario delle stragi di Capaci e di via d'Amelio, hanno bandito un concorso rivolto agli studenti e alle studentesse delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della provincia e del comune di Palermo. L’iniziativa è finalizzata ad incoraggiare la loro partecipazione alle iniziative educative che saranno realizzate a Palermo in occasione della ricorrenza del 23 maggio.

Gli studenti sono stati invitati a compiere un percorso di approfondimento sul senso del dovere e sull'impegno che uomini e donne di questo Paese, ispirandosi alla forza degli ideali di libertà e giustizia, hanno profuso nella lotta alle mafie.

IL LIBRO “GIOVANNI FALCONE – LE IDEE RESTANO”

Lo scorso venerdì 21 aprile, invece, la Professoressa Maria Falcone ha presentato il libro "Giovanni Falcone - Le idee restano", scritto con la giornalista Monica Mondo. L’evento si è svolto a Milano presso la "Fiera dell'editoria italiana" nell'ambito dell'evento "Uomini giusti, prima che eroi". La sorella del magistrato, a 25 anni dalla Strage di Capaci, ha riportato la testimonianza di Giovanni Falcone non tanto visto come un eroe, ma anzitutto un uomo vero, retto, sorridente, coraggioso e prudente. Spesso sfiancato dalla responsabilità e dall'incomprensione, disposto però a offrire sempre tutto di sé, per un ideale.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100