Cerca nel sito
Ferentino cosa vedere

Ferentino, perché vale la pena visitare l'antica città fortificata

Non solo le attrazioni del centro storico, ma anche le terme rendono la cittadina ciociara una meta da non perdere

Mura di Ferentino
©Ciociaria Turismo.it
Scorcio delle mura di Ferentino
Nello splendido paesaggio della Ciociaria, in provincia di Frosinone, Ferentino si adagia su una dolce altura affacciata sulla Valle del Sacco, e ai suoi piedi le distese di ulivi conferiscono al borgo atmosfere di rara tranquillità. C’è chi vuole far risalire le sue origini alla leggenda del Dio Saturno che, bandito dall’Olimpo, pose le basi della cittadina occupando questo territorio per diffondere la sua arte e la sua tecnica per quel che riguarda l’agricoltura e con essa la nascita della civiltà. Quello che è certo è che a Ferentino sono passati diversi popoli, tra cui i romani, il cui lascito è ancora oggi visibile grazie ai diversi ed interessanti reperti archeologici. 

Veduta notturna di Piazza Matteotti, cuore pulsante della città

Quattro passi nel borgo
A spiccare subito sono infatti le possenti mura megalitiche, che si sono mantenute intatte: risalenti al IV secolo a.C. si sviluppano tutt’intorno al nucleo antico della città. Se in origine erano conosciute come mura poligonali, furono poi modificate in quadrate e rinforzate nel medioevo con una serie di torri costruite con enormi pietre di forma irregolare, incastrate tra di loro senza malta o calce. Anche la costruzione di tali ed imponenti cinte murarie ha alimentato la nascita dei miti, e riguardo le mura di Ferentino si riprende la leggenda del Dio Saturno secondo la quale i suoi fratelli, creature giganti, avessero eretto delle mura altrettanto grandi tanto da essere definite ciclopiche. Tra le porte che le caratterizzano si distinguono Porta Sant’Agata e Porta Sanguinaria: quest’ultima trae il suo macabro nome da una leggenda tradizionale che narra di quando, durante un’invasione romana, il luogo dove sorge fu teatro della terribile uccisione di migliaia di romani da parte dei ferentinesi.. Del I secolo a.C. è il mercato romano (nella foto sotto), consistente in una sala coperta dotata di archi a tutto sesto ai lati, aperti su cinque botteghe coperte da volte a botte.

L'antico mercato romano di Ferentino, con gli archi a tutto sesto

Ricca di storia è la splendida Cattedrale dei Santi Giovanni e Paolo (nella foto sotto), eretta sulla zona dell’antica acropoli. Edificata nel 1108, si presenta con una semplice facciata a capanna dotata di tre porte e l’interno a tre navate sormontate da una copertura a capriate: interessante è il pavimento dove si possono ammirare mosaici del XII secolo e il fatto che qui siano custodite