Cerca nel sito
Vacanze di Pasqua Italia riti e tradizioni settimana santa

Le più belle tradizioni di Pasqua in Italia

Tanti modi per celebrare le ritualità pasquali. Nel Sud spiccano le rappresentazioni della Passione di Cristo con uomini incappucciati e immagini sacre.

Processione pasquale
©Shutterstock
Lo sapevate che la tradizione del lunedì di Pasquetta è una ricorrenza aggiunta in tempi moderni (precisamente nel dopoguerra) con l’intento di allungare la festa pasquale? Questo per trascorrere più tempo in famiglia o con gli amici, con le canoniche gite fuori città. Se, quindi, Pasquetta è segnata rossa sul calendario relativamente da poco tempo, le celebrazioni della Pasqua incominciano la domenica precedente, per ricordare l’entrata trionfante di Gesù a Gerusalemme, che venne accolto dallo sventolio di foglie di palma.

E poi seguono il Venerdi Santo, giorno della Via Crucis e della crocifissione, e la domenica con la Resurrezione. Il Lunedì dell’Angelo è chiamato cosi per ricordare l’incontro del messaggero alato con le donne giunte al sepolcro vuoto. La Pasqua è celebrata in tutto il mondo cristiano, ma per chi resta in Italia ha solo l’imbarazzo della scelta tra le tante tradizioni della ricorrenza, ad incominciare dalle rappresentazioni in costume che si possono ammirare in ogni borgo del nostro Belpaese.

Tra i riti più spettacolari e suggestivi quelli del sud sono famosi per le indimenticabili processioni di uomini incappucciati, immagini sacre, rievocazioni storiche della passione di Gesù, che vedono una straordinaria partecipazione collettiva. Tra le più conosciute c’è la processione pasquale di Trapani, con i fedeli vestiti di lunghe tuniche che sfilano a piedi nudi seguendo un rigoroso cerimoniale risalente al 1756. Nei cortei pasquali di Palermo compaiono le maschere della morte e dei demoni, in quelle di Caltanissetta spuntano gigantesche statue di cartapesta che rappresentano gli apostoli mentre a Enna insieme alle croci sfilano i 24 simboli del martirio di Cristo tra cui la croce, la borsa con i trenta denari, la corona, il gallo, i chiodi e gli arnesi per la flagellazione.

A Sassari la statua della Vergine viene portata in processione da tutte le confraternite e ad Alghero i fedeli pregano davanti a una statua lignea del Cristo, con le donne vestite a lutto. Una grande partecipazione popolare caratterizza anche la Settimana Santa di Bagnara Calabra, in provincia di Reggio Calabria. I fedeli incappucciati di Taranto sfilano scalzi per la città a chiedere perdono, mentre in provincia di Bari, a Ruvo, durante il corteo si assiste allo scoppio della Quarantana, un fantoccio che ha le sembianze di una vecchia signora vestita di nero, la cui esplosione segna la vittoria della vita sulla morte.

Stessa fine la fa la quaremma a Galatina, dove il fantoccio di una vecchia sfila per le strade della cittadina in provincia di Lecce. La Settimana Santa di Procida è dal XVI secolo una delle più suggestive della Campania, con la processione dei dodici apostoli, incappucciati e con una croce e una corona di spine in spalla, mentre tra le celebrazioni pasquali abruzzesi quella di Sulmona è la più sentita.

Saperne di più su CULTURA
Correlati per Paese Italia
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati