Cerca nel sito
Carpi Piazza dei Martiri

Emilia Romagna, cosa rende speciale Piazza dei Martiri

E' una delle più belle e grandi piazze d'Italia: andiamo a scoprirla

Piazza dei Martiri a Carpi
©Promozione e Turismo Comune di Carpi
Veduta di Piazza dei Martiri, Carpi
Famosa per le attività industriali ed artigianali, Carpi è una vivace città in provincia di Modena ricca di attrazioni. E’ stata una delle perle del Rinascimento e neanche i viaggiatori dei Gran Tour di fine Ottocento rimasero indifferenti di fronte al patrimonio artistico che vede nel Palazzo dei Pio, nella Cattedrale, nel Teatro, nel Palazzo Comunale i suoi fiori all’occhiello. Monumenti che si affacciano sulla splendida Piazza dei Martiri, una delle più grandi d’Italia con i suoi 16 mila metri quadrati di superficie, che per l’armonia prospettica espressa nella sua pianta è il raggiungimento dell’ideale rinascimentale di piazza intesa come spazio aperto. Misura 276 metri di lunghezza per 60 di larghezza.

Leggi anche: Modena, il complesso monumentale di Piazza Grande

I due lati maggiori conducono prospetticamente alla solenne facciata barocca del Duomo dedicato alla Madonna Assunta. Piazza dei Martiri è il cuore pulsante della città e si presenta come un vasto, aperto rettangolo delimitato, sul lato Ovest, dal rinascimentale Portico Lungo che unisce, con le sue 52 arcate, un basso prospetto di edifici in cotto coronati da una serrata fila di comignoli. La loggia presenta al centro un arco più ampio, chiamato comunemente voltone, riccamente decorato in cotto e collocato in corrispondenza di Via Paolo Guaitoli.  Di fronte domina, affiancato dal neoclassico teatro Comunale, il Castello dei Pio, imponente mole laterizia costruita a più riprese, tra il Trecento e il Cinquecento, voluto dalla nobile famiglia che resse in quei secoli il governo della città. A sud, l’imbocco sull’antica strada maestra ora Corso Alberto Pio, è definito dal Portico del Grano, posto in leggera diagonale rispetto all’asse della Piazza, e dal settecentesco Palazzo Scacchetti, dimora nobiliare oggi sede del Municipio. Sul tetto del Portico del Grano si trova una sinagoga, tra le più antiche dell’Emilia Romagna, costruita nel 1722.

Scopri di più su Modena con Stile.it

Di integrazione ottocentesca è il Teatro Comunale, in stile neoclassico. Il corpo centrale del Castello Pio affacciato sulla Piazza è occupato dalla maestosa facciata rinascimentale, ritmata dalla presenza di nicchie e finestre dove si trovano affreschi policromi raffiguranti imperatori romani a mo' di statua. Nell’architettura sono evidenti gli influssi dei modelli classicheggianti di derivazione romana. Il Palazzo del Pio è il risultato dell’aggregazione di torri, rocche e torrioni dell’antico castello racchiusi nelle forme monumentali del Rinascimento ed oggi ospita i musei di Carpi: il Museo del Palazzo, il Museo della Città e il Museo Monumento al Deportato. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati