Cerca nel sito
Piemonte attrazioni

Da Torino e La Spezia tra arte e natura

Il FAI e la Fondazione Zegna insieme per una giornata dedicata ai grandi spazi naturali e alle attrazioni artistiche della zona

Castello di Masino
Foto Giorgio Majno © FAI - Fondo Ambiente Italiano.
Castello e Parco di Masino - Fronte delle Meridiane,
C’è una data da segnarsi in agenda: domenica 18 settembre, per un triplice appuntamento con la bellezza. E’ infatti in programma la terza edizione della Giornata del Panorama, organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e da Fondazione Zegna, che ha come luogo d’elezione alcuni tra i più suggestivi e iconici paesaggi d’Italia. Sono quelli che si godono da Podere Case Lovara a Punta Mesco, Levanto (SP), dal Castello e Parco di Masino a Caravino (TO) e dall’Oasi Zegna a Trivero (BI). Un’intera giornata all’insegna della natura, alla scoperta di sorprendenti scorci e maestosi paesaggi, per comprenderne, con l’aiuto di guide locali, le trasformazioni succedutesi nel tempo per mano dell’uomo.

Leggi anche: BIELLA, A CASA ZEGNA I TESSUTI DI LUSSO

La collaborazione tra Fondazione Zegna e FAI da sempre si pone come obbiettivo il rispetto della natura, dell'arte, della storia e delle tradizioni. Per tutto il giorno, dalle 10 alle 18 si può partecipare agli speciali itinerari tra terra e cielo. Con l’itinerario di Podere Case Lovara, la passeggiata inizia da Levanto nelle vicinanze dell’Hotel Giada del Mesco e include una sosta panoramica per ammirare la vista del complesso agricolo-rurale, con una descrizione topografica dell’area circostante a cura dei volontari del FAI. Giunti al podere agricolo viene raccontata la storia del luogo oltre che i quattro diversi panorami, i veri protagonisti della giornata. Il primo si affaccia sul mare aperto, proprio davanti a Podere Case Lovara, e nelle giornate più limpide permette, voltandosi verso la terraferma, di scorgere il Monviso. Il secondo e il terzo offrono al visitatore un’insolita lettura della macchia mediterranea, ponendo l’accento sull’intervento umano, mentre l’ultimo regala ai partecipanti una superlativa veduta d’insieme del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Leggi anche: OASI ZEGNA, NATURA A LUME DI CANDELA

Tra gli itinerari piemontesi il Castello e Parco di Masino regala la splendida vista su uno dei più importanti patrimoni ambientali del continente: l’Anfiteatro Morenico della Serra d’Ivrea, formazione geologica tra le più grandi in Europa e unica nel suo genere. Si può apprendere la ricca storia di questi luoghi attraverso un percorso che si snoda dal borgo di Masino al giardino monumentale del maniero. Dalla balconata all’ingresso del castello la passeggiata prevede tappe tra i vari punti di osservazione presenti nel parco. In compagnia di un’archeologa si va poi alla scoperta del masso erratico della Pera Cunca attraverso i sentieri che si diramano dal castello. L’itinerario dell’Oasi Zegna prende avvio dall’info point del Bocchetto Tessera da dove ci si può incamminare lungo uno dei percorsi organizzati per l’occasione. Tra questi il facile sentiero de Il Bosco del Sorriso suona che conduce all’Eremo di Maria, il sentiero Lungo la Valle Cervo che porta al Santuario di San Giovanni d’Andorno attraversando Poggio Bruera, Sassaia con il suo caratteristico piccolo borgo, Forgnengo e le incisioni dell’antico “gioco dell’orso” e Rosazza con la Casa Museo. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati