Cerca nel sito
Cuneo itinerario turistico a piedi

Cuneo, itinerario culturale a piedi

Alla scoperta dei tesori artistici della città piemontese con una passeggiata che parte da Piazza Torino

Piazza Galimberti con la pioggia
©iStockphoto
Cuneo, veduta di Piazza Galimberti con la pioggia
Con il nome che prende dalla forma dell’altopiano su cui sorge, Cuneo si inserisce in una maestosa scenografia alpina. Passata alla storia come la città dei Sette Assedi, è caratterizzata da un’atmosfera accogliente grazie alle centinaia di metri di portici che ne fanno un vasto centro commerciale. Tanti sono i gioielli da scoprire, e volendo intraprendere una passeggiata si può iniziare da Piazza Torino da dove parte Via Roma, la strada principale del centro storico. Una prima visita può essere fatta a Sant’Ambrogio, piccolo gioiello barocco. Ci sono poi il Municipio originato da un ex convento e Palazzo della Torre sormontato dalla Torre Civica. Piazza Virginio si raggiunge proseguendo per Via Santa Maria: vi sorge il complesso monumentale della ex chiesa e convento di San Francesco, dove ha trovato sede il Museo Civico. Dal portale di San Francesco si procede per Via Santa Croce per arrivare all’omonima chiesa, sublime esempio di architettura barocca piemontese.

Leggi anche: 5 MODI PER VIVERE L'AUTUNNO AL PARCO FLUVIALE GESSO E STURA

Contrada Mondovì è una delle zone più caratteristiche di Cuneo, dove si possono trovare diversi negozi di antiquariato e prodotti artigianali oltre ad alcune case di stampo antico di origine medievale. Qui si trovano anche la Sinagoga, costruita nel 1884, e la Chiesa di San Sebastiano risalente al 1320. Su Via Cacciatori delle Alpi sorge la bellissima ex chiesa di Santa Chiara con la sua elegante facciata e l’interno arricchito da affreschi e stocchi barocchi: oggi viene utilizzata come sala espositiva ed auditorium. A fianco ecco la lapide che ricorda la visita di Giuseppe Garibaldi il 7 aprile del 1859. Di nuovo su Via Roma non si può perdere la Cattedrale di Santa Maria del Bosco, le cui forme attuali derivano dalla ricostruzione seicentesca e la facciata sotto i portici con quattro colonne corinzie dai lavori del 1865. Salotto buono di Cuneo è Piazza Duccio Galimberti, che conta una superficie di 24 mila metri quadrati e sulla quale spicca il monumento a Giuseppe Barbaroux, importante uomo politico. Qui, ogni martedi, il mercato attira visitatori anche dalle zone vicine e persino dalla Francia. Voltando a destra per Via Mazzini si giunge alla grande caserma Cesare Battisti e in fondo a Corso Soleri si trova l’imponente viadotto sul fiume Stura, una delle opere caratteristiche di Cuneo: i pilastri delle 34 arcate, ciascuna di 25 metri di luce, hanno un’altezza massima di 47 metri dal greto del fiume.

Leggi anche: IN PIEMONTE LE SUSINE DI DAMASCO

La Cuneo Nuova inizia da Corso Nizza, che divide in senso longitudinale la città moderna e percorrendolo si possono notare i diversi stili architettonici che hanno caratterizzato il Novecento: da quello neo-gotico della chiesa del Sacro Cuore alle palazzine in stile Liberty fino ai palazzi di Piazza Europa, la seconda della città per dimensioni, sulla quale sorgono la grande fontana centrale e  il faro di 54 metri. Da non perdere c’è anche il Viale degli Angeli, sulla prima parte del quale si affacciano alcuni edifici di notevole pregio architettonico sui quali spiccano elementi decorativi legati all’Eclettismo e all’Art Nouveau. Il viale di tre chilometri collega la città con la chiesa e il convento francescano della Madonna degli Angeli, che custodisce la salma del Beato Angelo Carletti, le reliquie del venerabile padre Benigno da Cuneo e le tombe della  famiglia Galimberti

Scopri tutti i MONUMENTI D’ITALIA 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati