Cerca nel sito
Italia città sotteranee

Città sotterranee in Italia: cosa nascondono

Alla scoperta dei migliori percorsi nel sottosuolo delle città italiane

Cripta Balbi
©iStockphoto
Roma Sotterranea: la Cripta Balbi
Tra i luoghi straordinari d’Italia ci sono anche quelli sotto i nostri piedi. Sono infatti numerosi i siti tra grotte, miniere, gallerie, pozzi e chiese ipogee che lasciano senza fiato. Nel mondo che si dirama sotto terra ci sono a volte città, vecchi acquedotti o cunicoli creati dall’uomo come rifugio. E spesso neanche gli stessi cittadini che vivono sopra sanno della loro esistenza. Il centro storico di Matera, ad esempio, è attraversato da un vero e proprio acquedotto scavato nella roccia ed è stata trovata anche una torre aragonese che faceva parte dell’antica cinta muraria della città. Anche Roma è uno scrigno di tesori sotterranei. Passeggiando sotto il Celio si trova nel sottosuolo il Tempio di Claudio scavato nel tufo ed utilizzato in antichità come cava. Nota è la Basilica di San Clemente sotto le cui fondamenta, a 20 metri di profondità, si trova un antico tempio dedicato a Mitra.

Leggi anche: Tesori sotterranei di Orvieto

Sotto Orvieto si dirama un’altra città, che venne realizzata dagli abitanti in 2500 anni di scavi: formata da un reticolo di grotte trova il suo fiore all’occhiello nel Pozzo di San Patrizio. Anche Milano sotterranea è una rete di cunicoli collegati al centro di potere dell’epoca che era il Castello Sforzesco: nei pressi di Piazza Missori si trova la Cripta di San Giovanni in Conca sui resti di una basilica paleocristiana. Ci sono altri luoghi poco conosciuti come i resti del Grande Teatro Romano sotto il Palazzo della Borsa o la ghiacciaia della Ca’ Granda, sede dell’Univiserità Statale e oggi biblioteca della facoltà di Filosofia. Augusta Praetoria, ovvero Aosta, conserva splendide memorie della grandezza imperiale. Il gioiello nascosto della città è il criptoportico forense, singolare architettura ipogea a pianta quadrangolare, l’unica in Italia di epoca romana. Vi si accede gratuitamente  dal giardino a destra della cattedrale e si percorre un sistema di gallerie a due navate con volte a botte, contenute da colonne in travertino.

Leggi anche: Napoli: discesa nel Tunnel Borbonico

A Torino si scende nella rete di gallerie scavate dall’esercito sabaudo sotto la città nel primo Settecento per difendersi dai Francesi. Questo periodo storico si rivive nel Museo Pietro Micca, porta di accesso alle gallerie che  si diramano in un vero e proprio labirinto fortificato di 14 chilometri esteso sotto il centro storico: ben 9 sono oggi percorribili. Risalgono invece all'epoca della Seconda guerra mondiale i rifugi antiaerei proteggere Torino e i torinesi: se ne contano 40, sparsi in diverse zone della città. La Torino sotterranea comprende poi il Museo Diocesano, ospitato nella Chiesa inferiore, sotto il Duomo, e la cripta della basilica di Superga. Le gallerie della Kleine Berlin di Trieste rappresentano il più esteso complesso di gallerie antiaeree sotterranee, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale: il complesso è particolare per la sua ampiezza, la sua estensione, e per il fatto di essere visitabile dal pubblico.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Friuli - V.Giulia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati