Cerca nel sito
Chieti cosa vedere e cosa fare 

Chieti, alla scoperta di una perla abruzzese poco nota

Itinerario culturale in una città che il turismo di massa non ha ancora scoperto

Cattedrale di San Giustino
©iStockphoto
Cattedrale di Chieti
Percorsi tra natura e storia, cultura ed enogastronomia, mare e montagna. Questo e molto altro offre 
la provincia di Chieti, che tra i numerosi itinerari non manca di stupire proprio grazie alla visita della città da cui prende il nome. Chieti, infatti, non è una di quelle destinazioni a cui si pensa spesso quando si decide di organizzare una gita, che in questa parte d’Abruzzo porta alla scoperta di luoghi meravigliosi tra le montagne o i Parchi Nazionali, tra i borghi o le spiagge. Invece un giorno trascorso nella città più antica della regione, può riservare enormi sorprese. Ad incominciare dall’Anfiteatro romano, risalente al I secolo d.C. e costruito ai piedi dell’Acropoli. Oggi la struttura originaria fa parte del Parco Archeologico della Civitella. Anche l’area dei Templi Romani del III secolo a.C. è particolarmente interessante, con i suoi tre tempietti dedicati al culto, con tutta probabilità, di Giove, Giunone e Minerva.

Leggi anche: Chieti, il cuore DOP dell'Abruzzo

Nelle vicinanze si trova Piazza Gian Battista Vico, dove si affacciano Palazzo Croce, Palazzo Fasoli, la Chiesa di San Domenico e l’ex Palazzo dell’Economia Corporativa, conosciuto anche come Palazzetto delle Corporazioni, che oggi ospita la Camera di Commercio, Industria e Artigianato. Quello che colpisce dell’edificio costruito nel 1930 è la commistione di stili, che vanno da elementi rinascimentali ai tratti tardo gotici fino ai dettagli figurativi tipici dell’epoca fascista. Percorrendo Corso Marrucino si incontra l’omonimo Teatro, piccolo gioiello architettonico in stile ottocentesco. L’edificio religioso più importante è la Cattedrale di San Giustino, edificata nel 1069 suoi resti di un precedente luogo di culto. La cripta è il fiore all’occhiello della chiesa grazie agli antichi affreschi e all’arca marmorea che custodisce le reliquie del Patrono di Chieti.

Per una passeggiata tra fontane e giochi d’acqua, aiuole fiorite e alberi secolari, panchine e laghetti dove rilassare corpo e spirito Villa Frigerj è il luogo giusto. Dal belvedere si può ammirare una delle vedute più suggestive della città. E’ all’interno del parco che trova sede il Museo Archeologico Nazionale di Chieti, che ospita il celebre Guerriero di Capestrano, del VI secolo a.C., capolavoro dell’arte italica: alcuni dettagli della statua ancora sono avvolti nel mistero. Altre opere esposte al museo sono la stele di Guardiagrele, che faceva parte di un corredo funerario, reperti archeologici di epoca romana come la Statua di Ercole, la Collezione Pansa e una collezione numismatica. Un altro interessante museo è quello del La Civitella, articolato in tre percorsi dedicati a tre periodi storici: quello repubblicano, quello romano e quello italico. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Abruzzo
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati