Cerca nel sito
Festival a Torino maggio 2015

A Torino due Festival irrinunciabili

La città sabauda apre il suo tessuto urbano a due grandi Festival dedicati alla Danza Contemporanea e al Jazz

Torino,Po,Monviso,tramonto
Thinkstock
Toirno, il Po e la sagoma del Monviso al tramonto
Inizia sabato 23 maggio la quindicesima edizione di Interplay, il festival diretto da Natalia Casorati dedicato ai nuovi linguaggi della danza contemporanea. Fino al 12 giugno la kermesse propone una fitta programmazione distribuita su due sale, in spazi metropolitani trasformati da progetti di danza urbana, ai Murazzi del Po, nel nuovissimo e pluripremiato Museo Ettore Fico Fra le moltissime proposte sbarca per la prima volta in Italia ad Interplay Patricia Apergi, definita l’astro nascente della nuova coreografia greca che aprirà il festival il 23 maggio al Teatro Astra. Fra gli attesi ritorni segnaliamo invece Virginie Brunelle dal Canada con "Complexe des genres", Ambra Senatore, Daniele Albanese, con la sua danza urbana e dal Nord Europa Arno Schuitemaker con una prima assoluta.

Il 28 maggio alle Fonderie Limone all’interno del progetto Torino incontra Berlino, sarà dedicato uno spazio alle realtà tedesche più interessanti come Zufit Simon, coreografa israelo-tedesca, presenta l’assolo "Fleischlos". La sezione dei Blitz Metropolitani, quest’anno realizzata in collaborazione con Torino Jazz Festival Fringe 2015, trova il proprio spazio ai Murazzi del Po il 29 maggio dalle ore 18.00. Anche quest'anno Interplay aprirà una finestra sulle nuove generazioni nazionali che si stanno distinguendo nel panorama nazionale come Cuenca/Lauro, Irene Russolilo, Francesco Marilungo, Francesca Foscarini, Annamaria Ajmone e Nicola Galli e ancora i torinesi Daniele Ninarello, Sara Marasso, Andrea Gallo Rosso e Federica Pozzo. Il festival chiuderà il 12 giugno, con 4 spettacoli site specific ispirati alla mostra "Plastic Days" in corso al MEF Museo Ettore Fico.

Si svolgerà invece dal 28 maggio al 2 giugno la quarta edizione del Torino Jazz Festival che festeggerà il 25 aprile con un’Anteprima, intitolata il Jazz della Liberazione. In questa nuova edizione curata da Stefano Zenni gli appuntamenti principali del main festival si svolgeranno in piazza San Carlo e quelli del Fringe ai Murazzi lungo il Po e nei locali vicini. I concerti a pagamento delle ore 18 si terranno all’Auditorium Rai, al Teatro Carignano e al Teatro Colosseo e vedranno salire sul palco James Newton, Ron Carter Danilo Rea e David Murray con la Lydian Sound Orchestra. I concerti gratuiti nella cornice di piazza San Carlo vedranno esibirsi Hugh Masekela Sextet, Fabrizio Bosso e Randy Brecker, Shibusa Shirazu, Omar Sosa Quarteto Afrocubano, John De Leo, Nicky Nicolai e Stefano Di Battista, il Trio Bobo e infine l'Original Blues Brothers Band.

Per quanto riguarda il TJF Fringe, l’area sperimentale del Torino Jazz Festival curata da Furio Di Castri, essa animerà il centro di Torino con le 90 performance di oltre 200 musicisti e artisti in 16 location (in piazza Vittorio Veneto e dintorni). Tra gli ospiti si esibiranno il pianista serbo Bojan Z, il sassofonista inglese Andy Sheppard, gli italiani Francesco Bearzatti e Gavino Murgia, ma anche Meyer con Alessio Menconi, e poi ancora Nils Wogram, Giovanni Falzone, Bebo Ferra. Ma il Festival non si ferma qui. Ricordiamo, infatti, che a corollario dei concerti si terranno presentazioni di libri e conferenze al Circolo dei lettori, una rassegna cinematografica in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema l’arte giovane del progetto Ars Captiva e le jam session del Jazz Club Torino e molto altro ancora.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100