Cerca nel sito
Pantelleria spiagge libere estate 2013

Pantelleria: qui il benessere è gratis

Nel cuore del Mediterraneo l'isola offre tutti i benefici di una Spa, ma gratuiti. Dalla Grotta del freddo al lago Specchio di Venere, ecco la mappa dei luoghi benefici a zero spese.

Pantelleria rocce sul mare
©Shutterstock
Nel cuore del Mediterraneo, circa a metà tra la Sicilia e il continente africano, Pantelleria è la destinazione ideale per una vacanza all’insegna del benessere e del relax. Ritmi di vita lenti, sapori che vezzeggiano il palato, un silenzio rotto soltanto dall’infrangersi delle onde sui faraglioni o dai richiami degli uccelli che popolano una natura selvaggia e incontaminata. A tutto ciò si aggiungono le molte risorse naturali che rendono quest’isola di origine vulcanica una meravigliosa Spa all’aria aperta… assolutamente gratuita! 

Pantelleria offre infatti una scelta assai varia per coccolare fisico e spirito, spaziando da saune naturali ai fanghi termali, dai bagni di vapore a quelli in acque termali. Ad esempio, per eliminare le tossine accumulate durante un lungo anno di lavoro, lungo il costone della Montagna Grande si trova la grotta naturale di Benikulà, a cui si accede tramite una faglia nella roccia: una sauna naturale divisa, fin dall’età antica, in due ambienti, uno più freddo e uno reso più caldo dalla fuoriuscita di vapore acqueo a circa 38 gradi. Allo stesso modo, per depurare il fisico, si può visitare “la stufa di Khazen”, nella località omonima, ovvero una costruzione che risale al periodo fenicio-punico e che viene riscaldata dal calore che fuoriesce dal sottosuolo sotto forma di vapore; oppure si può optare per la “Grotta del Freddo”, dove da una fenditura esce una corrente di aria fredda (che diventa più gelida quando spira vento di scirocco).

Un toccasana per la pelle sono, poi, i fanghi del suggestivo lago Specchio di Venere, alimentato da sorgenti termali sulfuree che riscaldano l’acqua, ma anche lungo la costa dell’isola si possono trovare sorgenti termali in numerosi punti con temperature che variano dai 40 ai 100 gradi, oltre naturalmente alle caratteristiche “favare”, ossia getti di vapore d’acqua che fuoriescono da fessure della roccia a volte accompagnati da emissioni di anidride solforosa e acido solfidrico. A Cala Nicà le sorgenti sgorgano fra gli scogli della riva mischiandosi subito con l’acqua del mare, mentre le vasche termali a cielo aperto di Cala Gadir invitano anche a romantici bagni nelle notti di luna o alle prime luci dell’alba.

Infine, per una sosta di vero relax, ci si può spingere alla Grotta di Sateria affacciata sul mare che, si dice, fosse la grotta di Calipso nell’isola di Ogigia narrata da Omero e che custodisce tre vasche termali coperte, facilmente accessibili, in cui confluiscono sorgenti d’acqua calda ad una temperatura di circa 40 gradi. E quando scende la sera, nulla vieta di concedersi un meritato bicchiere di Passito o di Moscato, mentre lo sguardo spazia dagli agrumeti dei Giardini Panteschi ai profili dei “dammusi” fino a perdersi all’orizzonte nei colori del mare al tramonto.

Informazioni

www.pantelleria.it/

Leggi anche:
Essenze di mare e campagna
Saperne di più su BENESSERE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati