Cerca nel sito
Verona Veneto Benessere natura

Benessere a Villa dei Cedri, tra bellezza e natura

La scoperta di queste preziose falde acquifere avvenne per caso, nel 1989, per cercare di migliorarne l'impianto di irrigazione...

Villa dei cedri, verona, benessere
©www.villadeicedri.it
Villa dei cedri, verona, benessere
Ricchezza, bellezza, natura e benessere a pochi minuti dalla sempre splendida Verona. Il parco di Villa dei Cedri, esteso per circa 13 ettari, gode dei benefici climatici che il grande lago di Garda dispensa a tutto il limitrofo. Clima temperato e ricchezza d'acqua sono infatti le due principali caratteristiche che hanno permesso l'ottimale sviluppo di piante di origine mediterranea nonché la vigorosa crescita di essenze esotiche.
 
Un parco di cui innamorarsi anche visivamente, da scoprire cima a fondo: il percorso del ruscello, il laghetto grande con la grotta artificiale, i ponticelli, le architetture neogotiche della Guglia Miniscalchi e quelle neo romaniche della Villetta del Mulinel. Sentieri bordati di rocce conducono al belvedere con la balaustra a colonnine di tufo, svelando angoli raccolti e appartati, tra statue e sedili in pietra. Suggestiva è anche la piccola grotta a rocaille, a lato della villa: nicchia nascosta, chiusa da una singolare ragnatela di ferro. 

 
Al valore estetico e benefico del parco termale occorre aggiungere il valore botanico di questo ambiente per la quantità e la varietà delle sue piante, tra cui alcune specie poco comuni in molti dei parchi italiani o addirittura rare, come la Torreya californica, il Taxodium mucronatum, l'Arbutus manziesii e altre. Si contano oltre 60 specie diverse d'alberi e arbusti: sono state rilevate nel 2003, con apposite targhette identificative, collocate presso i maggiori esemplari.

Leggi anche: in Veneto come in India con l'ayurveda
 
E poi c'è il benessere, ovviamente. E pensare questa caratteristica è stata scoperta per caso. Nel 1989, volendo migliorare l'impianto d'irrigazione del parco, ci si accorse infatti che l'acqua a disposizione non bastava per l'intera superficie. Allora si decise di far perforare il terreno alla ricerca di falde acquifere. Il che portò a una scoperta sorprendente: a 160 e a 200 metri di profondità l'acqua scorreva abbondante su due falde diverse, con una temperatura di 36,5 - 37 °C l'una e di 42 °C l'altra. 
 
Campioni dell'acqua furono così sottoposti all'esame della Regione perché ne analizzasse le caratteristiche chimico-fisiche. Ne risultò che la fonte a 36,5 °C venne certificata come oligominerale, l'altra a 42 °C come minerale. L'acqua inoltre contiene bicarbonato, calcio, magnesio, con una quantità non trascurabile di silicio. E' un'acqua alcalina particolarmente indicata nella riabilitazione motoria e medicina sportiva, oltre che ad affezioni dermatologiche, patologie non acute dell'apparato locomotore (osteoartrosi nelle sue diverse varietà e localizzazioni, patologie di interesse ortopedico e traumatologico,ecc.), vasculopatie periferiche e ai trattamenti ai fini estetici di affezioni dei vasi venosi e linfatici. Esiste anche un'altra opportunità. Per la purezza e l'equilibrata componente di sali le acque possono essere imbottigliate/utilizzate come "minerali" e, per questo motivo, è consigliata l'idropinoterapia (acqua da bere) presso il Parco Termale del Garda.

 
Nel Parco si trovano due laghi termali: il Lago Principale e quello Piccolo. Entrambi attrezzati con idromassaggi, fontane cervicali, cascatelle e geyser. Illuminati di sera anche per la balneazione notturna. Il primo, che si trova di fronte alla "Serra-Giardino d'inverno" e a tutti i suoi servizi, si estende per circa 5000 mq. La temperatura qui si aggira attorno ai 33-34°C. L'offerta di balneazione comprende anche 2 vasche immerse nel Lago e mantenute a temperatura di 37-39°C. Il Lago Piccolo, invece, è stato ripristinato alcuni anni dopo l'apertura del Parco Termale grazie alla scoperta di una fotografia scattata alla fine dell'Ottocento che ne testimoniava l'esistenza. La temperatura di questo Lago viene mantenuta intorno a i 29-30°C, così da offrire ai visitatori la possibilità di balneazione a temperatura differenziata.
 
A disposizione, nel Centro Benessere, di oltre 1.000 metri quadrati, anche tante altre proposte di wellness: questo è stato realizzato all'interno delle antiche scuderie per i cavalli di fine '800. Si può quindi provare il bagno turco per lo  scrub a base di sale rosa dell'Hymalaya per purificare la pelle, nonché l'Haloterapia  con l'inalazione di una soluzione salina nella stanza con cristalli di sale alle pareti. Presente anche un importante percorso saune: due di tipo finlandese,  biosauna,  grande bagno turco con cromo e aromaterapia,  grande biosauna situata all'esterno nel giardino riservato al Centro Benessere. 
 
Saperne di più su BENESSERE
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati