Cerca nel sito
  / HOME
Dove andare in vacanza: Spagna Andalusia hotel offerte

Vacanze in Andalusia: non solo Siviglia

La primavera è il periodo ideale per visitare il sud della Spagna. Da Marbella a Tarifa sono tante le città meno note da scoprire.

Tarifa
©Shutterstock
Da aprile a giugno tutta l’Andalusia risplende più che mai di luce e colori.  Incuneata fra due mari e fra la Costa del Sol e la Costa della Luz, questa regione spagnola è una terra suggestiva, culla di tradizioni e culture diverse, in cui si fondono storia, bellezze artistiche e paesaggistiche, musica e sapori. La Costa del Sol e l’attigua Costa de la Luz sono un susseguirsi di ampie spiagge, cale seminascoste tra scogliere, porticcioli e località turistiche trendy e vivaci, nelle quali la movida è di casa. Vale la pena conoscere Sotogrande, una zona residenziale a 15 km da Gibilterra, vera oasi di verde e tranquillità: si è sviluppata attorno ad una deliziosa marina costellata da ristoranti e bar sul mare. Proprio qui sorge l’Hotel Almenara Golf Resort, un moderno complesso affacciato sul mare e circondato dal campo da golf a 27 buche Almenara, progettato dal famoso architetto di campi da golf Dave Thomas.

ANDALUSIA DA SCOPRIRE: LE FOTO

Punto di partenza ideale per scoprire le vicine città d’arte e località balneari. A 110 km si incontra Malaga, conosciuta per aver dato i natali a Picasso, città dinamica e vitale, piena di divertimenti e attrattive culturali. Dopo una visita al Museo Picasso Malaga o al Centro di Arte Contemporanea, nei locali è possibile assaggiare, insieme alle tapas e specialità locali, i tipici vini dolci della regione spesso offerti direttamente dalle damigiane. Un tempo colonia fenicia, greca, romana, poi invasa da visigoti e bizantini e dominata dagli arabi e infine dai castigliani, Malaga conserva i resti di un vissuto importante nelle sue bellezze architettoniche: fra cui il Teatro romano, l’Alcazaba, il Castello di Gibralfaro, la Cattedrale del ‘500.

A 55 km ecco spuntare Marbella, importante centro balneare, vero cuore della Costa del Sol, ideale per vacanze fra spiaggia, vita notturna e relax. Di giorno si può spaziare fra le lunghissime spiagge piene di chiringuitos (i tipici chioschetti-bar andalusi), ma la vita notturna di Marbella, fra locali e discoteche, è altrettanto vivace. Affascinante il centro storico, dal sapore tipicamente andaluso, che si snoda fra stradine strette, piazzette con fontane, bianchi edifici e negozietti tipici.

A 20 km si trova Gibilterra, piccola colonia britannica al largo della punta più meridionale della Spagna, abitata da secoli da una colonia bertucce selvatiche oggi perfettamente integrate con gli esseri umani. Gibilterra è un paradiso per lo shopping poiché è una zona ‘tax free’. Offre anche attrattive naturalistiche: la parte superiore della Rocca che si erge sopra la città è una riserva naturale -l’Upper Rock Natural Riserve- sulla cima dalla quale si aprono splendide vedute e vi sono diversi siti interessanti da visitare. Gibilterra propone anche attività sportive: la vela e la navigazione nelle acque intorno alla Rocca. Una curiosità: Nella Bahía de Algeciras vive una cospicua colonia di delfini, avvistabili con escursioni giornaliere in barca.

A 45 km ecco Tarifa, località più sud della Spagna e dell’Europa continentale, a soli 14 km dal Marocco, è il punto in cui si incontrano Costa del Sol e Costa delle Luz. Tarifa è stata soprannominata ‘Capitale del vento’ ed è punto d'incontro di surfisti, windsurfisti e kitesurfer di tutta Europa. Anche la vita notturna di Tarifa è altrettanto movimentata. Il centro storico di Tarifa, di origine romana, è stato dichiarato Bene di Interesse Culturale per la presenza di numerose costruzioni di origine araba dalla singolare bellezza, fra cui le mura originali che circondano la città e il castello medioevale.

140 km e si approda, invece, a Cadice, cittadina affacciata sull’Atlantico e unita alla terraferma solo da una lingua di terra, a un passo dall’Africa e famosa per la luce, il vento, la vivacità delle sue attività. È una città antichissima, probabilmente fondata dai Fenici nel XI secolo a.C e secondo una leggenda addirittura da Ercole. Ricca di monumenti di epoche diverse, fra cui la Cattedrale barocca, oggi è considerata chic. Consigliata una passeggiata a La Caleta, molo in mezzo all'oceano, e alla sua spiaggia, molto ventosa ma per questo suggestiva. I dintorni sono l’ideale per gli amanti del surf.

Infine, a 115 km imperdibile trappa a Jerez de La Frontera, borgo a pochi km da Cadice fondato dai Fenici, occupato da Romani, Arabi e Cristiani, è oggi considerata la patria del flamenco e dello Sherry, vino famoso in tutto il mondo che deve il suo nome proprio a Jerez o ‘Xerez’. A Jerez si trova anche il Museo del Arte Flamenco creato dalla istituto di "Flamencologia” dell’università di Jerez nel 1972. È d’obbligo un giro fra le bodegas, le storiche cantine dove si produce lo sherry, per tour istruttivi e degustazioni: sono tante le cantine in città in cui vengono tenuti e invecchiati i vini pregiati della regione e dove si possono assaggiare le diverse qualità e volendo acquistarle.

Leggi anche
Pasqua andalusa on the road

Offerte di soggiorno: l’Hotel Almenara di Sotogrande offre prezzi per la camera doppia dal 1 aprile al 30 giugno da 108 + 8% IVA. Il prezzo comprende la prima colazione. Info: www.nh-hotels.com  

Saperne di più su
Correlati per Paese Spagna
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati