Cerca nel sito
  / HOME
Chiudere casa prima delle vacanze

Una casa sola soletta...

Come chiudere casa prima di partire per le vacanze, per ritrovarla accogliente e confortevole

casa
Un giro di chiave e via? No, chiudere casa prima delle vacanze non è solo questo. Tendiamo sempre a pensare a cosa mettere in valigia, a come non dimenticare nulla, a cosa ci servirà, e ci ritroviamo il giorno stesso della partenza rendendoci conto che anche a casa c’è da fare! Quante volte avete fatto l’errore di non sbrinare il frigo, non buttare la spazzatura, non svuotare la credenza, per trovare poi al rientro allegre muffe che vi danno il benvenuto? Ecco tutto ciò che dovete fare, con attenzione, prima di partire per una villeggiatura.

Cominciamo dalla cucina, visto che citavamo le ‘allegre muffette’. Buttate tutto ciò che è deperibile (o consumatelo, regalatelo ai vicini), e conservate solo alimenti duraturi (pasta, riso, cereali, lattine di pomodoro), facendo però attenzione che le confezioni siano ben sigillate o troverete la sagra delle formiche al rientro. Chiudete eventuali buchi nelle confezioni con del nastro adesivo o elastici, e pulite molto bene la dispensa, per togliere le briciole e scongiurare la suddetta festa degli insetti. E’ buona norma staccare la corrente elettrica quando si parte, o perlomeno disattivare tutti gli impianti. Nel caso ci fosse un guasto elettrico, ritrovare il frigo scongelato non sarebbe un gran ‘welcome back’, e difatti questo elettrodomestico necessita di una profonda pulizia pre-partenza. Anche il congelatore, ebbene sì, dovrete svuotarlo e sbrinarlo, lasciando poi le ante di entrambi leggermente aperte per evitare cattivi odori.

Se non volete disattivare l’impianto (perché magari avete un allarme o un sistema di irrigazione), abbiate la cura di staccare tutte le prese di corrente, l’antenna della tv – anche per scongiurare il pericolo dei fulmini, il forno, i vari caricatori, tutto ciò che ha un led luminoso. È uno spreco intollerabile lasciare queste lucine accese. Chiudere l’impianto del gas è molto importante per l’incolumità di tutti, una fuga di gas può diventare tragedia.

Infine, l’impianto idrico andrebbe chiuso se non necessitiamo di irrigazione, o comunque prima di uscire occorre fare il giro due o tre volte per controllare che tutti i rubinetti siano sigillati e non abbiano perdite: anche una gocciolina ogni tanto in due settimane può riempire una vasca da bagno! Fare le pulizie generali è buona norma per ritrovare una casa accogliente, evitare cattivi odori, e non doversi mettere a pulire appena tornati, che è già abbastanza traumatico. Mettete in corridoio un profuma ambienti naturale e svuotate la cesta della biancheria sporca – cioè lavate tutto.

Chiudete tutte le finestre, comprese le tapparelle, non fatevi venire dubbi per ‘lasciare circolare l’aria’: serve solo a facilitare eventuali ladri o animaletti. Lasciate una copia delle chiavi di casa a qualcuno di fidatissimo, che possa intervenire in caso di emergenza, o semplicemente fare un giro ogni tanto a controllare che sia tutto ok. Lasciate anche il numero di telefono ai vicini, nel caso dovessero accorgersi di qualcosa che non va. Per quanto riguarda le piante, mettetele tutte all’aperto se possibile, in un posto dove prendano luce indiretta, e organizzatevi con l’impianto di irrigazione o con una persona fidata che venga a fare il plant-sitter. Naturalmente se avete un allarme inseritelo e… buon viaggio!

Saperne di più su
Correlati per territorio
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati