Cerca nel sito
  / HOME
Equinozio autunno 2013 foliage eventi viaggi offerte

Torna l'estate... di San Martino

Con l'equinozio del 22 settembre inizia l'autunno. Tempo di boschi, di funghi e di castagne ma anche di spettacoli naturali come il fall foliage. Ecco dove andare per vivere al meglio l'inizio di questa stagione

I colori autunnali del foliage
Shutterstock
E' una sorta di canto del cigno della natura: i boschi si illuminano di colori che vanno dal rosso vermiglio al giallo all'oro all'ocra infiammandosi di calde tonalità. Prima della caduta definitiva, le foglie regalano uno spettacolo noto con il nome di foliage che ha il suo momento iniziale su per giù con l'equinozio d'autunno (quest'anno il 22 settembre) e culminante nell'estate di San Martino, o estate indiana (11 novembre).

Il termine inglese letteralmente si riferisce alla chioma degli alberi; divenuto vero fenomeno di costume in Canada e negli Stati Uniti, già da alcuni anni si è imposto anche in Italia come occasione di vacanza legata all’osservazione dei fenomeni naturali tipici della terza stagione. A fare da contorno a questa "esperienza", il profumo del vino appena stilato dalle botti che si espande nell’aria, le castagne che iniziano a saltellare bruciacchiando sul fuoco e ravvivando le strade di campagna e riscaldando le case.

MAGIE CROMATICHE DEL FOLIAGE: LE FOTO

Viaggiare in questo particolare momento dell'anno può riservare sorprese entusiasmanti. Ecco qualche idea:

In frazione Courtil, 7 Km da Bard in Valle d'Aosta, ad esempio, è visibile un bosco di faggi dalle suggestive chiome arancio e rosso-bruno. A Châtillon , il parco del castello "Passerin d'Entrèves" è un punto d’osservazione straordinario, grazie agli alberi monumentali. Numerosi aceri lo tingono di rosso in varie zone, fino al giardino rinascimentale francese (aperto fino a metà novembre). Risalendo lungo la Dora, tra la Valle di Brusson e quella di Saint-Vincent , ci s’imbatte nella foresta mista del Col de Joux, composta in prevalenza da conifere, che contornano di verde brillante il fogliame ramato e purpureo dei ciliegi selvatici. A Verrès , risalendo la strada regionale della Val d'Ayas, è possibile visitare l'arboreto " Borna di Laou " (luogo del lupo). La variegata vegetazione è illustrata da cartelli, con nomi scientifici e comuni. S’incontrano, oltre alle specie autoctone, ciliegi, frassini, castagni e nespoli. A Verrayes , si trova l’arboretum " Abbé P.L.Vescoz ", orto botanico di specie esotiche: 10.000 piante, tra cui cedro, douglas, cipresso italico e sequoia. In località Entrebin, sulla collina di Aosta , è sito il " Parque d'Euntrebeun", una varietà di circa 200 specie arboree d’affascinante qualità cromatica, grazie al giallo di frassini ed olmi e all’arancio dei castagni.

Per chi vuole scoprire i colori autunnali del Parco Nazionale del Gran Paradiso, Fondation Grand Paradis propone due giorni (19-20 ottobre Foliage Giroparchi Gran Paradiso a partire da 109,00 euro a persona), o un’unica giornata (20 ottobre Mini Foliage Giroparchi Gran Paradiso a partire da 41,00 euro a persona), di  escursioni nei boschi o nei vigneti, visite guidate, degustazioni eno-gastronomiche e laboratori tematici sulle antiche tecniche tradizionali di conservazione del cibo. Info e prenotazioni: Fondation Grand Paradis, tel.0165 75301 www.grand-paradis.it

Altra meta che dà il suo meglio durante il foliage sono i famosi Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano, che da alcuni anni sono diventati un appuntamento imperdibile per fotografi e amanti della natura. Il giardino meranese esplode in un caleidoscopio di calde tonalità, soprattutto  grazie alle chiome dei grandi alberi nell’area chiamata i "Boschi del Mondo" che rosseggiano con gli aceri giapponesi e le latifoglie nordamericane. Nel Padiglione “Boschi Decidui di Latifoglie” si può ammirare un tetto di lamelle metalliche colorate che danzano nel sole e nel vento a simboleggiare il bosco deciduo di latifoglie. Ma lo spettacolo non finisce qui. In questo periodo infatti matura il riso sulle terrazze asiatiche, accanto alle quali fiorisce la varietà di camelia dalla quale si ricava il tè, originaria del Giappone (Camellia sinensis). Per ammirare il Fall Foliage, dal 3 al 15 novembre sarà possibile acquistare il biglietto di ingresso ai Giardini di Castel Trauttmansdorff a soli 6,50 € a persona. Per bambini e ragazzi sotto i 18 anni l’ingresso è gratuito.www.trauttmansdorff.it - Orari fino al 31 ottobre: dalle 9.00 alle 19.00; dal 1° al 15 novembre: dalle 9.00 alle 17.00. Prezzi: fino al 2 novembre compreso: biglietto singolo 11 €; biglietto per famiglie (2 adulti con bambini sotto i 18 anni) 25 €; anziani 9,50 €; bambini, ragazzi, studenti e disabili 8 €; bambini sotto i 6 anni ingresso libero; gruppi (di almeno 15 persone, a testa) 8,50 €.

In prossimità di specchi d'acqua i colori dell'autunno riflettono ancora di più la loro bellezza. Ed ecco che tra le montagne rosa delle Dolomiti, colorate dalla profezia del leggendario Re Laurino, c’è la collina boscosa più alta d’Europa, la “Talt” di Nova Levante (BZ), a 1.756 metri di altitudine. Alle pendici dei monti del Latemar e del Catinaccio, dove il rosa delle vette si riflette fra il foliage sorprendente degli alberi di larice, che con i loro gialli si mescolano agli abeti sempreverdi, il Romantik Hotel Post, vicino al dolce Lago di Carezza, si immerge nelle tonalità versatili dei colori della natura. Il centro Spa con vista panoramica accoglie le coppie che vogliono trascorrere 3 notte “Romantik in due”, godendo del bagno ai petali di rosa e dei massaggi (da 837 euro). Informazioni: tel: 0471. 613113, http://www.romantikhotelpost.com 

Correlati per territorio
Seguici su:
Natale
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati