Cerca nel sito
  / HOME
Gossip dal Festival del Cinema di Roma 2010

Roma: sul Red Carpet del Festival del Cinema

La rubrica più rosa di Turismo.it si concentra e diventa rossa-Cinema: gossip dal Festival Internazionale del Cinema di Roma.

Vip su red carpet con fotografo
Segui il Festival su Film.it

… Rossa anche come il red carpet che decine di stars nazionali ed internazionali hanno calcato nel corso della grande kermesse capitolina incentrata sul cinema e sulle relative “pizze”. E quando dico pizze, intendo coglierne tutti i significati possibili.

Dal 28 ottobre al 5 novembre 2010: un pullulare di vip e party di ogni genere si sono concentrati nel giro di mondanità dello spettacolo e dell’alta borghesia romana. Limousine e aperitivi, feste giapponesi e cene esclusive, aste di beneficenza e spaghettate clandestine. Fortunatamente Turismo.vip, nella mia eccentrica persona, è sempre stato lì a coglierne ridicolaggini e nefandezze delle vostre celebrities with or without makeup.

La kermesse cinematografica è iniziata in maniera molto singolare, con la bellissima occupazione (altro che quelle scolastiche) del red carpet, ad opera degli attori, registi, autori ed operatori del backstage del Bel Paese contro i tagli alla cultura e allo spettacolo del nostro Governo. “Non si vuole far morire l’industria del cinema di casa nostra  – dice Carlo Verdone.  Sono qui specialmente per le generazioni future”. E ci mancherebbe pure che stessi lì per te, Carletto caro. Tra i tanti protestanti anche Kim Rossi StuartPaolo Virzì con Micaela Ramazzotti,  le sorelle Comencini,  Ettore ScolaPaolo SorrentinoMarco RisiNeri Marcorè, Marco Bellocchio, Isabella Ferrari, Elio Germano, Valeria Golino. Per notare poi che alcuni e alcune dei citati hanno deciso di ricalcare il red carpet da stelline arrivate: evviva la coerenza. In questo sit-in, anche  le bellissime Eva Mendes e Keira Knightley che, giunte nella Città Eterna per presentare “Last Night”, esprimono “solidarietà alla vostra manifestazione”. Felicidad.   

Ma, occupazioni ed (importantissime) rivolte a parte, il red carpet dell’Auditorium Parco della Musica, lunghissimo e agghindato dalle installazioni floreali (secondo qualcuno) “artistiche” del maestro di ikebana Shogo Kariyazaki, è stato davvero calcato da personaggi spettacolari. Il mio omaggio va alla eterna, ma ormai poco eterea, Anita Ekberg, indimenticata ed indimenticabile protagonista femminile della Dolce Vita felliniana. Claudicante in seguito ad un intervento, ha dichiarato di non poter mai scordare quell’acqua ghiacciata della Fontana di Trevi: “Io sotto il vestito non avevo niente, mentre Mastroianni beveva vodka e sotto i pantaloni aveva la muta”. Una scena che rimarrà nella storia del cinema mondiale, ora arricchito da un dettaglio hot in più. La dolce diva è giunta a Roma per presenziare alla proiezione del suo restaurato lung(hissim)ometraggio “storico”, sul cui red carpet hanno sfilato anche Eva Mendes (questa volta ce l’ha fatta, brava!) ed il maestro Martin Scorsese, responsabile assieme alla Film Foundation del restauro: folla delirante per lui che, circondato da bodyguards e altri sconosciuti, basso com’è, a malapena si scorgeva. E la sua dichiarazione: “Da lui ho imparato che si può descrivere la vita con grande libertà, facendo satira e cultura allo stesso tempo”. Da autentici applausi.

E se il presenzialismo italiano sembra snaturarsi in una “febbre da red carpet” per cui pseudo sconosciuti sono disposti a tutto pur di calpestarlo, cercando flash dei fotografi ma generando soltanto grandi punti interrogativi e fronti corrugate tra gli stessi, in questi giorni l’Auditorium si è arricchito di autentiche perle mondiali. Bruce Springsteen è stato il protagonista assoluto di Lunedì 2 Novembre. Giacca nera, jeans, occhiali da sole anti flash e stivali per “The Boss”, che è arrivato all’Auditorium intorno alle 21 per la proiezione di “The promise”, film documentario di Thom Zimny. Nonostante la pioggia battente, ha firmato autografi ai fan armati di penna e notes e ha concesso sorrisi e affetto a tutti, giornalisti e non, come i grandi divi di un tempo. Alla faccia di alcuni pseudo attorucoli italiani talmente concentrati su sé stessi da ignorare quale sia la vera chiave del loro “successo”. “I fan italiani sono unici al mondo”, ha dichiarato: va bene, a lui queste asserzioni spesso scontate ed ovvie possono essere perdonate.

Se poi Nicole Kidman ha gentilmente declinato l’invito e ha fatto “ciao ciao” con la manina alla Caput Mundi e a tutta l’Italia, nonostante sia attrice protagonista e produttore del film in gara “The Rabbit Hole”, a farne le veci il belloccio e bravo Aaron Eckhart. E come non ricordare la presenza del grande Ennio Morricone nel Teatro Studio dell'Auditorium in occasione dell'uscita del libro del maestro: “Lontano dai sogni, conversazioni con Antonio Monda”. Da sold-out.

Il Festival si prepara ormai al grande rush finale ma altri vip, italiani e non, sono ancora sul ricco menu del concorso internazionale. Anche se, tra lustrini e tacchi (over) 12, le portate migliori sono già state servite. Non  ci resta che terminare il collegamento qui da Roma e passare la palla a voi in studio. Con la solita promessa: turismo.vip tornerà  presto. Con Red Carpet o senza.

Altri GOSSIP da Turismo.vip:
Turismo.vip: torna il gossip da viaggio
Estate 2010: gossip delle star in vacanza


Saperne di più su
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati