Cerca nel sito
  / HOME
La valigia dello sciatore

La montagna da mettere in valigia

Tempo di settimane bianche. Qualunque sia la meta ecco alcuni capi da mettere in valigia per sfoggiare un look da neve impeccabile anche in quota. A prova di perfetto sciatore.

Inverno di lusso
Courtesy of©Archive Alto Adige Marketing
Il grande freddo è ormai alle porte, la neve ha iniziato a colorare di un delicato bianco le località ad alta quota accendendo la voglia di montagna. Le prossime vacanze natalizie sono la giusta occasione per lasciarsi alle spalle la monotonia urbana, spogliarsi dei soliti abiti e prepararsi a vivere tutte le emozioni che le più belle vette imbiancate sono in grado di regalare.

Da Cortina a Chamonix, da Verbier a les Deux Alpes molte sono le proposte che permettono di vivere sani momenti di svago ma, nell’entusiasmo della partenza, non bisogna dimenticare il giusto equipaggiamento. È ora dunque di studiare il proprio guardaroba per essere pronti alle prime giornate in montagna allineandosi con le ultime tendenze.

Vacanze sulla neve tra le Alpi d'Europa: leggi

Trascorrere una giornata sulla neve significa dominare la piste con sci o snowboard ma anche divertirsi rilassandosi sotto il bel sole ma, in qualunque caso, ci vogliono delle accortezze: è necessario un abbigliamento adeguato per non soffrire il freddo e,  soprattutto, dei prodotti per proteggere la propria pelle dai forti raggi del sole. È bene scegliere una crema delicata, che assicuri un’azione idratante e una protezione mirata dai raggi UV-A, UV-B come lo Stick solare Alta Protezione SPF 30 di Collistar, appositamente studiato per le zone più vulnerabili in grado di assicurare un elevato apporto di principi nutrienti grazie a un ricco mix di cere, burri vegetali e vitamine A ed E.

L’abbigliamento e gli accessori vanno scelti con cura ovviamente e, come ogni anno, le principali griffe della moda lanciano la sfida ai marchi storici dello sci per la conquista del settore dell’abbigliamento da montagna. Tra i leader indiscussi dell’abbigliamento professionale, in prima linea si trova Colmar che, in ogni stagione, è la fedele alleata degli sportivi desiderosi di indossare abiti impeccabili, ottimi per ogni tipo di clima ed attività come la giacca avvento rosso fuoco, un tocco di colore sul manto bianco delle piste da neve che, grazie all’ovatta Valtherm Stretch assicura un’imbottitura elastica che non impedisce i movimenti ma, anzi, li favorisce. Quando le temperature scendono sotto lo zero i guanti diventano un accessorio importantissimo per chi trascorre parecchio tempo sulla neve.

Sul mercato pertanto si possono trovare guanti con protezioni, un po’ come quelli che usano i motociclisti, con nocche rinforzate e cinturini al polso come i Double Two Undercuff della Dainese, i guanti realizzati in tessuto D-Dry, impermeabile e traspirante con un’imbottitura in Thermolite che garantisce la tenuta del calore interno.

Rimanendo in tema di protezioni,  la Dainese presenta il paraschiena Shield 7/8 con tanto di placche in polipropilene super-ventilate e struttura a nido d’ape. Per una maggiore aderenza al corpo il paraschiena è dotato di una fascia lombare con doppio strap di regolazione, che sommato alle bretelle amovibili, fornisce una comodità molto elevata. Un dettaglio fondamentale soprattutto per i più avventurosi è il transponder riflettente Recco® Avalanche Rescue System, un sistema che permette di localizzare facilmente lo sciatore in caso di valanga. Per dare un tocco di classe e di eleganza ad un abbigliamento decisamente sportivo, a far capolino dalla giacca è lo snood, lo scalda collo Burberry nel classico check del brand, facile da indossare, un accessorio che sembra proprio essere il vero must di stagione.

Prima di chiudere la valigia è bene controllare di avere preso la propria guida: non si tratta di mappe e cartina voluminose ma semplicemente del My Hav 301 sport Pro, un gioiello tecnologico che permette di trovare piste da sci, malghe, cime, passi con tanto della descrizione dei servizi, recapiti e dati utili. Quando si è in partenza per la propria località dei sogni, onde evitare di riempire la macchina e rallentare l’iter in aeroporto, si prediligere lasciare a casa i propri sci o la tavola per noleggiarli direttamente in loco ma come separarsi dalla lussuosa tavola firmata Chanel? Sarebbe un peccato non sfoggiare il gioiellino sportivo, una tavola in legno arricchita  dalla firma dell’azienda che, come in passarella così in pista, regala la possibilità di vivere un inverno di classe.
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100