Cerca nel sito
  / HOME
assicurazioni viaggio migliori e polizze

Io viaggio sicuro

Come scegliere la migliore assicurazione di viaggio. Per una vacanza senza inconvenienti ecco alcune cose da sapere e da fare prima di partire. Parola agli esperti.

Incidente sul ghiaccio
Courtesy of©Martin Novak/Shutterstock
Partire è un piacere, ma quando lo si fa con sicurezza è meglio. Piccoli imprevisti e intoppi sono una variabile da tenere in considerazione in quanto, se mal gestiti, potrebbero rendere una vacanza un inferno. Banali cose come un’otite o una gastroenterite possono arrivare a costare, soprattutto oltreoceano, anche diverse migliaia di euro. Come spiega Laura Victoria Migani, Rappresentante Legale di PKC Associates LTD broker di Viaggi Sicuri: “Il costo dei rimborsi per spese mediche è più che raddoppiato negli ultimi 6 anni e costituisce circa il 55% del costo totale dei sinistri pagati, ma sono molto frequenti anche problemi relativi allo smarrimento o ritardata consegna dei bagagli, che a volte vengono riconsegnati all’estero solo dopo alcuni giorni dall’arrivo a destinazione.”

Evitare problemi non si può, la palla di vetro è un lusso delle cartomanti e, dunque, per non imbattersi in spiacevoli conseguenze e tenere sempre la situazione in pugno, è cosa buona e giusta partire assicurati. Vale dunque la pena rischiare? Se prima gli italiani non erano soliti usare il termine assicurazione prescindendo dalla propria auto o scooter, le cose stanno cambiando, la paura è dietro l’angolo così come la voglia di tutelarsi. Come spiega Valerio Chiaronzi, Dir. Marketing, Consumer e Tecnica Assicurativa di Europ Assistance, società che si prende cura dei viaggiatori con un pricing chiaro e alla portata di tutti, “l’incremento delle prenotazioni/acquisti on line nel mondo travel ha amplificato enormemente la percezione che “viaggiare assicurati e protetti” è meglio. I viaggiatori oggi sono maggiormente sensibilizzati sul tema della sicurezza e ci chiedono di proteggerli con soluzioni modulabili e personalizzate che assicurano qualsiasi evenienza. Sicuramente in un contesto macro e micro economico così difficile e delicato il viaggiatore è più consapevole di come le formule assicurative rappresentino una valida “protezione” del budget familiare dedicato al viaggio (es. polizze annullamento, spese mediche, rientro sanitario dall’estero, furto bagaglio, etc..)”.

Al giorno d’oggi infatti acquistare un’assicurazione di viaggio non è un lusso per pochi ma un dovere di tanti: il web è pieno di offerte di qualità che offrono ottime e vantaggiose condizioni soprattutto per quei paesi dove la sanità ha costi decisamente elevati per i non residenti. In primis infatti Stati Uniti, Canada e i Caraibi là dove le spese per un eventuale rimpatrio sanitario, spese mediche nelle strutture private ed il rientro sanitario, non sono coperte dalla Tessera Sanitaria Europea (TEAM).

Navigando in rete tanti i nomi, tante le società che propongono garanzie, vale la pena fare un giro sui forum e leggere esperienze dirette degli assicurati e valutare bene le condizioni offerte nel contratto. “La trasparenza per noi è fondamentale: durante il procedimento di acquisto online della polizza, alla seconda pagina del preventivo l’Assicurato viene subito messo a conoscenza delle tre esclusioni principali del nostro prodotto, ovvero il fatto che non è possibile sottoscrivere la polizza se si ha più di 65 anni, che non copriamo le patologie preesistenti e che è necessario essere residenti/domiciliati in Italia” ha spiegato Laura Victoria Migani di Viaggi Sicuri.

I giudizi ed i risultati non tardano ad emergere infatti, - spiega Valerio Chiaronzi di Europ Assistance - “periodicamente realizziamo delle customer satisfaction che evidenziano un dato di soddisfazione globale di circa l’85%. Considerando che per il mercato travel ci riferiamo alla soddisfazione su prestazioni altamente complesse  e delicate come il rientro sanitario gestito dalla nostra centrale operativa 24h ed equipe medica, riteniamo che tale dato sia molto elevato e che dia riscontro ai costanti investimenti dell’azienda sia lato operation che network di riferimento a livello internazionale.”

La domanda di tanti è: ci si può fidare? Come funziona? "In caso di furto è molto importante sporgere immediatamente denuncia presso il più vicino posto di polizia e, una volta rientrati in Italia, compilare l’apposita modulistica dell’assicurazione, necessaria a denunciare il sinistro avvenuto. Qualora invece il volo dovesse subire un ritardo o una cancellazione, è fondamentale conservare tutti i documenti rilasciati dalla Compagnia Aerea, eventuali comunicazioni relative alla cancellazione, carte d’imbarco e nuovi biglietti, dopodiché, sempre dopo il rientro dal viaggio, l’assicurato dovrà compilare i moduli inerenti al sinistro. 

Invece, in caso di incidente personale all’estero, è necessario chiamare non appena possibile la Centrale Operativa, la quale è attiva 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, che troverà una struttura vicina presso la quale possiate recarvi e fornirà l’assistenza necessaria. Se a seguito di incidente, ci si trova già in una struttura ospedaliera, è invece importante chiamare la Centrale Operativa per attivare le procedure di presa in carico delle spese da parte dell’Assicurazione. In molti paesi è fondamentale che l’Assicurazione prenda direttamente in carico le spese mediche, poiché i costi possono essere talmente alti da diventare insostenibili per l’assicurato" ha precisato la Dott.ssa Migani.

Volendo tradurre il tutto in termini concreti, in soldoni, quanto si arriva a spendere ad esempio per un viaggio in terra stelle e strisce? Europ Assistance propone un’assicurazione per una coppia 7 giorni in USA e Canada con assistenza sanitaria, rimborso spese mediche con massimale di 1 mio euro e copertura bagaglio premio a partire da 148 euro totale mentre, Viaggi Sicuri, a seconda della copertura prescelta, offre pacchetti che vanno dai 26,53 ai 40,77 euro a persona.

Un investimento il cui gioco vale la candela: basta citare l'esempio un povero malcapitato che, a seguito di una caduta nel Sud Est Asiatico, ha riportato una frattura alla gamba e, oltre ad aver effettuato numerose visite e radiografie sul posto, è stato rimpatriato anticipatamente con un nuovo volo in classe Business, vista la necessità di tenere la gamba distesa, accompagnato da un parente ed un’infermiera professionale che fornisse costantemente assistenza. Inoltre una volta rientrato in Italia un’ambulanza lo attendeva all’aeroporto, per riaccompagnarlo alla sua abitazione, il tutto per un costo di circa  16.000 euro mentre, affidandosi a Viaggi Sicuri, le spese sono state coperte.

RELAX IN VACANZA: KIT DA VIAGGIO PER INSONNI
VIAGGIARE SICURI IN AEREO
METE ESOTICHE: VACANZE SENZA MALATTIE
Saperne di più su
Correlati per territorio
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati