Cerca nel sito
  / HOME
Giappone: i ristoranti a Milano

I migliori "Giapponesi" a Milano

Si mangia rigorosamente con le dita, mescolando il riso con altre pietanze. Ai più recidivi sono concessi, tutt'al più, non meno imbarazzanti bastoncini di legno intarsiati.

giappone4
Si mangia rigorosamente con le dita, mescolando il riso con altre pietanze. Ai più recidivi sono concessi, tuttal più, non meno imbarazzanti bastoncini di legno intarsiati. Sono sempre più numerosi. Sono alla moda. Incuriosiscono gli amanti del nuovo ma cè chi arriccia il naso solo a sentirne parlare. I ristoranti giapponesi propongono, senza grosse concessioni ai nostalgici piatti al tricolore, gli stranianti aromi del Sol Levante. Salse di soia, foglie di limone o di piante aromatiche, quali coriandolo e menta, latte di cocco o semi di sesamo tostati accompagnano e impreziosiscono la varietà dei cibi cotti al vapore, il pesce (quasi sempre crudo) e le verdure, cucinate in stufe di argilla. Orientarsi nel dedalo di proposte che spaziano dai piatti veloci del take away a lussuosissime cene in impalpabili atmosfere zen non è sempre facile. Turismo.it vi offre un prezioso itinerario gastronomico da sfoderare al momento opportuno non appena la voglia di un esotico sushi, in quel di Milano, vi prenda alla gola. Ha conquistato i palati più esigenti. Appaga il più selettivo senso estetico. Il ristorante \'Nobu\' di Milano (via Manzoni, 31, tel. 02/72318645) è lultimogenito della catena Nobu Ubou Matsuhisa, fondata da Nobuyuki Matsuhisa, insieme a Robert De Niro. Lambiente in cui sorge è lasettico e incontaminato spazio Armani, adiacente allomonimo atelier. Le suggestioni peruviane si accostano con originalità ai sapori occidentali, il tutto associato ai delicati sushi e sashimi. Rigorosamente giapponese il \'Fuji\' (via Montello, 9, tel. 02/6552517): anche nello staff ha selezionato cuochi e camerieri solo con occhi a mandorla. E lideale per chi voglia sperimentare la cucina nipponica al suo stato più puro e incontaminato. Gli chef si contraddistinguono, infatti, per la fedeltà assoluta ai principi della tradizione: mai vi troverete traccia di pane! Menù degustazione: sui 40 Euro circa, dolce e caffè compresi. Riservato agli amanti del sushi e del sashimi. Anche perché di fatto offre poco altro, ad eccezione di zuppe e tempura. Il \'Koma sushi bar\' (via Eustachi, 20, tel. 02/29512635) è un accogliente ristorantino giapponese da cui si esce sempre soddisfatti, anche per i prezzi abbordabilissimi: la spesa media è di 20/30 Euro. Non ingannatevi. Non siete approdati nel vero Giappone. Il \'Zen Sushi\' (c.so di Porta Ticinese, tel. 02/89013557) offre agli amanti delle atmosfere nipponiche lillusione di essere scivolati in un Giappone daltri tempi. Ampio spazio luminoso, arredi in ciliegio, ponticelli in legno. E per le pupille gustative, oltre al ristorante tradizionale, il Sushi Bar che presenta i piatti in un tapis roulant da cui spizzicare, mentre i cuochi sono allopera. Da provare il sashimi allinsalata di granchio con tofu. E gradita la prenotazione: il rischio è davvero di rimanere a pancia vuota. Prezzo medio: 40 Euro. Ok. Tra un buon risotto alla milanese e un piatto di sushi la distanza è tuttaltro che breve. In ogni caso, mai perdersi danimo. Se anche il solo pensiero di masticare misteriose alghe o insolite crudité vi spaventa esiste una seconda opportunità per avvicinarsi al famosissimo sushi in maniera più graduale. Milano è la città italiana con il più grande mercato ittico, il pesce vi arriva sempre freschissimo dalle città costiere. Non è difficile, pertanto, scovare un buon ristorante di pesce e soprattutto rintracciare il locale in grado di stupirvi con insoliti accostamenti. Proprio quello che non osavate provare: sushi e sashimi, ma resi più famigliari dagli aromi della tradizione mediterranea. Unottima tartare di pesce crudo si mangia al ristorante \'A Riccione\' (via Taramelli, 70. tel. 02/683807), il primo ristorante di Milano a proporre dal 1955 un menù a base di solo pesce. Sono cinque le qualità di pesce, tagliate a coltello e condite al momento con olio e limone; cè poi il carpaccio di branzino e salmone, condito con olio e limone così come il carpaccio di ricciola o il carpaccio di tonno condito però solo con olio e pepe. Un altro ottimo ristorante per il pesce è \'Il Consolare\' (via Ciovasso, 3 tel. 02/8053581 chiuso lunedì e martedì a mezzogiorno) che, allinterno di un suggestivo cortile nel cuore di Brera, in unambientazione stile newyorkese con soffitto a vetrate, propone, tra i vari piatti, un antipasto misto crudo: salmone, tonno, pesce spada e branzino conditi con olio e limone e particolari salsine i cui ingredienti il proprietario non vuole assolutamente svelare. Per chi invece ama un posto semplice cè il \'Mercato del Pesce\' (via Lombroso, 54, tel. 02 55195540 chiuso lunedì), a due passi dal mercato ittico, dove si mangiano piatti di pesce fresco di pescata. Il menù è sempre diverso a seconda del pesce in arrivo dall attiguo mercato. Tra i piatti tradizionali si sperimentano anche più esotiche cruditè o marinature. Se non è giapponese, qualcosa lo richiama!
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100