Cerca nel sito
  / HOME

Halloween all'italiana tra folklore e gusto

HALLOWEEN 2012 - La popolarità di queste celebrazioni dalle origini celtiche è cresciuta notevolmente in Italia negli ultimi anni. Ecco come ama festeggiare il Belpaese, dal Nord al Sud, tra ricette sfiziose e feste in maschera

halloween 2012
Shutterstock
Annoverata tra le feste più antiche al mondo, la festa di Halloween è particolarmente sentita nei Paesi anglosassoni e soprattutto in Canada e Stati Uniti. Negli ultimi dieci anni è però entrata a tutti gli effetti anche tra le nostre festività, diventando un appuntamento imperdibile per grandi e piccini.

Così nella notte del 31 ottobre tutta la penisola si tinge di noir: tra party a tema, serate golose, gite fuori porta, pacchetti speciali e serate gastonomiche ad hoc, gli appuntamenti per una notte stregata sono davvero numerosi! In ogni regione d'Italia fervono in queste ore i preparativi e le antiche tradizioni celtiche si uniscono alle tradizioni locali in maniera diversa a seconda delle zone.

E' naturalmente al nord che la tradizione celtica si mantiene più viva ed autentica: in Valle d'Aosta resta intatta, ad esempio,  la tradizione di travestirsi da streghe, gnomi, folletti e di andar in giro chiedendo dolcetti o altre cibarie. In molti paesi di origine celtica infatti, e tra questi anche molte regioni dell'Italia settentrionale, vi era l'abitudine di andare di casa in casa la vigilia di Ognissanti con una piccola processione di persone mascherate che chiedeva cibo rituale da donare ai defunti per un banchetto nell'Aldilà. Non sorpende dunque che anche i più piccoli comuni delle valli valdostane abbiano ognuno la propria festa per ricordare la notte delle streghe.

In Lombardia, e soprattutto a Milano, la festa prende invece una sfumatura differente e si festeggia a suon di musica e balli. Non tanto zombie, streghe e fantasmi quanto piuttosto concerti, feste e party per festeggiare Halloween in modo nuovo: primo tra tutti il concerto-spettacolo al Teatro dal Verme, dove un'orchestra di giovanissimi festeggerà la paurosa ricorrenza passando dalla Danza degli Inferi di Gluck al Fantasma dell’Opera di Lloyd  Webber, da Crudelia Demon alle Streghe di Paganini. Ma per accontentare tutti non mancano anche iniziative all'insegna dell'avventura. Lunedì 31 ottobre il Parco del Ticino apre le sue porte, eccezionalmente in notturna, per un viaggio diverso dal solito dedicato alla festa degli spiriti. A bordo di canoe canadesi si andrà alla scoperta dei segreti più reconditi della natura e percorrendo un sentiero nel bosco in compagnia di ‘animatori stregoni’, si conosceranno i personaggi, le leggende, gli animali e i misteri tradizionalmente legati a questa immancabile ricorrenza. L’appuntamento è alle ore 20.30 presso il Centro Parco Geraci di Motta Visconti.

Spostandoci in Emilia Romagna, ritroviamo l'usanza di intagliare le zucche svuotate per trasformarle in lanterne. Alla suggetiva luce di lanterne magiche potrete vivere due lunghe notti  di paura nel pauroso scenario della Fortezza di Bardi. Il castello, con la sua sala delle torture, conosciuta e apprezzata da tutti gli appassionati del brivido, propone quest'anno l'appuntamento “Oblivion, fuga dall’incubo” che renderà la dimora del Principe dei Mostri un luogo “stregato" in cui vivere un'avventura tra mistero e colpi di scena.

Ma se cercate un evento all'insegna della tradizione, non dimenticate che a Riolo Terme, vicino Ravenna, si celebra il capodanno celtico, l’antica festa di fine raccolto, con la quale le antiche popolazioni celebravano il riposo della terra e l’ingresso dell’anno nella stagione buia. In questa notte magica e fatata dedicata al mondo ultraterreno potrete girare per le vie della città e trovare ricostruzione di villaggi celti e conoscere i loro riti, come l'accensione dei sacri fuochi officiati dai druidi. Assisterete a sfilate con rogo finale dell’enorme demone nel fossato della rocca, ma non mancherà un clima di festa con cibi della tradizione, vitelli cotti allo spiedo, stufati, e maiale e vino a volontà.

Nelle Marche, in provincia di Ancona si festeggia quella che forse è una delle feste di Halloween più sentite del nostro paese. Siamo a Corinaldo dove da quindici anni accorrono migliaia di visitatori per una settimana di paura, brivido e divertimento destinata ai grandi e ai piccini: streghe, spettri e zombie trasformano la città e abitano le divertenti taverne allestite per l'occasione in stile horror.

Arriviamo in Campania e in particolare a Napoli dove la tradizione sembra non voler lasciare il passo del tutto alle novità di Halloween: qui infatti in occasione della notte degli spiriti è stato recuperato il culto delle Anime Pezzentelle, spiritelli benigni che, secondo la tradizione, si dice tornino ogni anno il 2 novembre a popolare i palazzi nei quali hanno abitato. Per l'undicesimo anno consecutivo l'appuntamento è al Maschio Angioino con "Fantasmi al Castello", una visita giocosa all'insegna della cultura napoletana, tra leggenda, superstizione, credenze popolari.

Leggi anche:

Ricette di Halloween: le foto
Il lato "dark" delle valli valdostane

Halloween anti crisi: la cena si fa in casa

Il macabro impazza in Europa: cosa vedere e fare

Halloween formato famiglia

Halloween alla milanese: eventi

Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100