Cerca nel sito
Quattrocento, mostra, Marche, Fermo

Il Quattrocento a Fermo

Nella Chiesa di San Filippo si racconta un tratto di storia artistica della città 

Vittore Crivelli
Rosi Fontana Press & PublicRelations  
Vittore Crivelli – Crocifissione
La Regione Marche e la città di Fermo presentano la mostra “Il Quattrocento a Fermo. Tradizione e avanguardie da Nicola di Ulisse a Carlo Crivelli”, allestita fino al prossimo 2 settembre nella Chiesa di San Filippo.  La  rassegna, a cura di Alessandro Marchi con Giulia Spina fa parte del progetto di valorizzazione del patrimonio culturale regionale “Mostrare le Marche” che vede un nucleo significativo di mostre in diverse città della regione volte a creare un circuito espositivo di grande respiro culturale. Le mostre raccontano le preziosità del patrimonio artistico di tutte le Marche attraverso la selezione di un considerevole numero di capolavori da riscoprire, e non solo, tutte le rassegne si svolgono nelle città più belle della regione. 
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo si propone di raccontare un tratto di storia artistica della città di Fermo. Fra gli importanti capolavori in mostra segnaliamo il “Polittico di Sant’Eutizio di Nicola” di Ulisse da Siena, che arriva da Spoleto ed è appena restaurato dopo il terremoto del 2016, il “Cristo Risorto” sempre di Nicola di Ulisse, opera visibile solo in mostra poiché il Museo di Castellina da cui proviene è oggi impraticabile, la “Madonna in Umiltà con santa Caterina”, “Crocifissione”, un dipinto di grande pregio di Andrea Delitio, il “Polittico di Massa Fermana” di Carlo Crivelli, che è la prima opera marchigiana dell’artista veneziano a cui la mostra dedica una notevole sezione  insieme ad alcune opere del fratello Vittore Crivelli. Fra gli oggetti di arte quattrocentesca esposti, come oreficerie o tessuti è poi un gruppo di opere ceramiche: boccali e piatti dell’Officina ‘Sforzesca’ di Pesaro della seconda metà del Quattrocento fra cui un preziosissimo  Boccale con volto di donna a rilievo, un Boccale con decoro alla foglia gotica detta ‘cartoccio’, ed un terzo Boccale con stemma dipinto.
 
DA NON PERDERE
 
Contestualmente alla mostra di Fermo si possono, inoltre, visitare le mostre “Capriccio e Natura” a Macerata, fino al 13 maggio, e “Cola dell’Amatrice” ad Ascoli Piceno, fino al 15 luglio. Ricordiamo che il progetto Mostrare le Marche è un’occasione da non perdere per visitare la regione, conoscerne il grande patrimonio storico-artistico e visitare alcune delle più belle città d’Italia.
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Marche
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100