Cerca nel sito
Cola dell'Amatrice, mostra, Ascoli Piceno

Ad Ascoli Piceno si riscopre Cola dell'Amatrice

Alla Pinacoteca Civica una mostra ripercorre l'operato di un artista centrale del '500 

Cola dell'Amatrice
Rosi Fontana, Press & Public Relations
Cola dell'Amatrice - Polittico di Piagge (particolare), 1480 ca.
Il maestro dell'arte rinascimentale Nicola Filotesio, detto Cola dell'Amatrice è protagonista di una mostra ad Ascoli Piceno che è occasione unica per conoscere l'operato di questo maestro dell’arte italiana del ‘500, la cui opera, ancora poco nota, segna un contributo significativo all’arte rinascimentale italiana. E' la mostra “Cola dell’Amatrice tra Pinturicchio e Raffaello” che celebra fino al 15 luglio la sua arte a partire dall’immenso patrimonio pittorico che il Filotesio ha lasciato in città nei suoi quarant’anni di permanenza.
 
PERCHE' ANDARE
 
Curata da Stefano Papetti e Luca Pezzuto, la mostra che guarda alla produzione dell’artista in tutto il territorio, porta ad Ascoli per la prima volta documenti importanti di Cola dell’Amatrice, riunendo oltre sessanta opere provenienti da sedi prestigiose che tutte insieme donano una visione esaustiva del valore dell’artista. Ma la rassegna di Ascoli non si ferma alla creazione di un importante percorso espositivo e conoscitivo dell’artista e del contesto, in vista della mostra ben dieci tavole sono state oggetto di importanti indagini diagnostiche e, fra queste, sei sono state restaurate. Il percorso espositivo da inoltre conto di ciò che l’artista ha vissuto e studiato. In mostra troviamo accanto alle sue opere il Pinturicchio, il Perugino, il Crivelli, Luca Signorelli, e ancora Pietro Vannini, Filippino Lippi ma anche, per la prima volta il taccuino di disegni di Cola dell’Amatrice, fra cui spiccano i suoi studi su Luca Pacioli, su Leonardo, le sue riflessioni sulla stanza della Segnatura e dunque su Raffaello.
 
DA NON PERDERE
 
Dalla Pinacoteca Civica che già ospita alcuni delle opere più rappresentative di Cola dell’Amatrice, il percorso espositivo si allarga poi ad altri luoghi della città di Ascoli Piceno legati alla presenza del pittore di Amatrice: l’antico capitolo del complesso monumentale di San Francesco, dove da poco sono stati ricollocati gli affreschi vetero testamentari che erano stati strappati  a metà degli anni Cinquanta del Novecento, ospiterà la sezione dedicata alla grafica, mentre nel refettorio del convento dell’Annunziata, oggi sede della Facoltà di Scienze dell’Architettura dell’Università degli Studi di Camerino, sarà possibile ammirare l’affresco di Cola raffigurante la “Salita al calvario”. 
 
Cola dell’Amatrice da Pinturicchio a Raffaello
Fino al 15 luglio 2018
Luogo: Pinacoteca Civica e Sala Cola d’Amatrice, Ascoli Piceno
Info: 0736/298213
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Marche
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100