Cerca nel sito
Gravina Puglia Festa di San Michele Arcangelo 29 settembre

Gravina, il miracolo di San Michele Arcangelo

La città in provincia di Bari festeggia il suo santo patrono tra riti religiosi e divertimento

Veduta di Gravina<br>
© Gravinadascoprire
Panorama di Gravina
A Gravina di Puglia tra pochi giorni si vedrà il centro storico colmo di luci scintillanti e non deve destare stupore il tripudio di antiche coperte di famiglia esposte sui balconi: è il tradizionale segno di ossequio in onore di San Michele Arcangelo, che qui viene onorato sia l’8 maggio con la festa riservata a San Michele delle Grotte che il 29 settembre, con le celebrazioni del Santo Patrono di tutta la Diocesi. Il culto micaelico a Gravina probabilmente si è diffuso tra l’VIII e il X secolo con i Longobardi, ma c’è un’altra ipotesi che lo vedrebbe introdotto dai bizantini. Nella tradizione popolare Gravina per tre volte ha beneficiato dell’intervento di San Michele: la prima volta nel 977, quando scacciò i Saraceni dalla città; nel 1734 con la famosa apparizione al comandante delle truppe austriache e nel 1799 quando arrivarono le orde dei Sanfedisti agli ordini del cardinale Ruffo.

Leggi anche: SAN GENNARO E IL CUORE BAROCCO DI NAPOLI

Le celebrazioni di settembre sono sempre state ricche di appuntamenti, religiosi e civili, e nei tempi moderni sono caratterizzate dalle sontuose luminarie e dagli addobbi del centro storico, dai canti dei Vespri solenni che si possono ascoltare in Cattedrale accompagnate dalle musiche realizzate da Don Luigi Sanseverino Gramegna e dal solenne pontificale presieduto dal vescovo. La sera, dopo i secondi vespri, si snoda la processione con la partecipazione del clero, del Seminario e delle Confraternite, che vede la statua del Santo portata tra le vie cittadine. In piazza il vescovo consegna simbolicamente le chiavi della città al Santo Patrono, e i festeggiamenti si concludono con meravigliosi fuochi d’artificio pronti ad infiammare il cielo di Gravina. A tutto questo si aggiungono concerti di musica dal vivo, degustazioni di prodotti tipici e spettacoli di vario genere.

Gravina è una città che offre molte testomonianze-storico artistiche, ad incominciare dalla Cattedrale normanna, sulla cui facciata si aprono tre portali decorati con altorilievi e statue raffiguranti il Cristo, oltre al campanile, ultimato nel 1698. L’interno dell’edificio sacro è diviso in tre navate con il soffitto in legno intagliato e dorato, in stile barocco. Decisamente particolare è la Chiesa rupestre di San Michele delle Grotte, scavata in un unico masso, con quattordici pilastri naturali quadrangolari a sorreggere il tetto, circondata da altre grotte più piccole. Ci sono poi i resti del ponte Viadotto – Acquedotto Madonna della Stella di Gravina in Puglia che collega le due sponde del torrente Gravina, che serviva per permettere ai fedeli di raggiungere con facilità la miracolosa chiesetta della Madonna della Stella. A dominare il panorama è il Castello Svevo o federiciano, costruito per volere di Federico II di Svevia e nato come residenza di caccia poichè un tempo era circondato da boschi ed era quindi l’ideale per le battute di caccia.

Per concludere il tour tra le attrazioni cittadine può essere interessante una visita alla Cripta San Vito Vecchio, splendido esempio di arte Bizantina conservata nella locale Fondazione Museo Biblioteca E.P. Santomasi; al Palazzo Ducale Orsini, alle Chiese del Purgatorio e di Santa Sofia o alla seicentesca Chiesa della Madonna delle Grazie, che vanta un prospetto unico al mondo su cui è riprodotta un’aquila ad ali spiegate. Una volta ritemprato lo spirito si può degustare la tipica cucina pugliese stagionale e genuina all’Osteria Grano e Vino (Via Fontana la Stella 39; www.osteriagranoevino.it), mentre per il soggiorno si può optare per l’Hotel Alta Murgia (Via G. Marconi 9; www.hotelaltamurgia.it), una sorta di albergo diffuso nel cuore del centro storico a due passi dalla Basilica Cattedrale, originato in una struttura risalente al XVI secolo recentemente rinnovata.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati