Cerca nel sito
    Ustica
     Isola solitaria, circondata da un mare abissale e definita "Perla nera del Mediterraneo", per il colore nerastro delle sue rocce vulcaniche, Ustica si erge a 36 miglia a Nord da Palermo. Coste frastagliate, ricche di grotte, scogliere, calette e acqua cristallina rendono questo paesaggio variopinto, incantevole e suggestivo. Piccola, ma non troppo, l'isola offre ai turisti occasioni di svago in tutte le stagioni. Caratterizzata da zone collinari, come quella della Falconiera, che per la loro altura consentono di godere di una vista speciale, da zone pianeggianti, come il piano della Tramontana, e da una zona costiera dall'andamento vario, Ustica rappresenta il luogo ideale per una vacanza all'insegna della tranquillità e del relax. E' sicuramente il mare l'attrattiva principale dell'isola. Gli splendidi fondali, richiamo irresistibile per gli amanti delle immersioni, sono caratterizzati da una fauna e una flora ineguagliabili: un viaggio tra cernie, aragoste e crostacei, immersi tra alghe particolari come la laminaria. E per chi non è amante delle immersioni i pescatori organizzano al porto escursioni in barca. Oltre ai fondali, da non perdere, un giro sul versante occidentale dell'isola, tra le visitatissime e svariate grotte: Grotta della Partizza, Grotta Segreta, Grotta Azzurra e Grotta del Tuono. Tuttavia, il mare non è l'unica attrazione dell'isola. Interessante da visitare anche il centro urbano, che si affaccia su cala S. Maria, il porto, dove si possono ammirare una serie di case dalle facciate colorate da affreschi e murales, opere di noti pittori, e il campanile della Chiesa Madre. Opposta al centro del paese si trova, invece, la Cappella di San Francesco raggiungibile attraverso un sentiero. Mare, sole, fondali, Ustica è sì una terra dai mille colori ma anche dai mille odori: mandorli, gelsomini e uva inebriano il turista trasportandolo in un'oasi paradisiaca. E il contatto con la natura è ben visibile: contadini sul dorso degli asinelli, invitano a sperimentare il piacere di un giro per visitare il Calvario, il Castello Saraceno e la Fortezza sul colle della Falconara. Prima riserva marina d'Italia, dal 1986, ha limitato l'attività subacquea e, consentemndo un notevole incremento della componente ittica, limitando la pesca selvaggia, in particolare della cernia. Una visita all' "Itinerario Archeologico subacqueo di Punta Gavazzi" tra le bellezze naturali e i reperti archeologici naturali che caratterizzano le acque. Sull'isola non mancano strutture ricettive per ogni gusto e disponibilità economica, piatti a base di pesce di ottima qualità e shopping tra le botteghe artigianali del centro, per acquistare merletti e ricami, non possono che completare questa vacanza da sogno.
    Articoli correlati:


    Seguici su:
    Altri luoghi da visitare
    Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100