Cerca nel sito
Santiago de Compostela
© Unesco
Santiago de Compostela
Vedere all'aperto:
Praza do Obradoiro: situata di fronte alla facciata della Cattedrale, è la piazza principale di Santiago; ospita il Collegio Fonseca, Pazo Raxoi,e l'Antico Ospedale Reale. Plaza de las Platerías: da questa piazza è possibile ammirare la facciata romanica della Cattedrale omonima. Plaza de la Quintana: anche nota come Quintana dei Morti poiché sotto il suo pavimento si cela un antico cimitero, in passato era un luogo prestigioso, dal momento che chi vi veniva sepolto aveva la certezza di riposare vicino alla tomba dell'Apostolo. Date le dimensioni, è un ambiente ideale per l'organizzazione di eventi e manifestazioni. Dalla piazza è possibile contemplare la facciata barocca della parte posteriore della cattedrale, con le porte Reale e Santa. Il centro storico è ricco di piazze, edifici ed angoli affascinanti: la Porta di Faxeiras era l'accesso dei pellegrini che accedevano attraverso il Cammino Portoghese e di coloro i quali raggiungevano la Galizia via mare; nelle vicinanze si trova la Plaza del Toral, in cui sorge il barocco Palazzo di Bendaña. Accanto alla Plaza del Toral si trovano le Rúas più importanti del centro storico di Santiago de Compostela, ovvero la rúa do Franco, che fa parte di uno degli itinerari gastronomici della città, la rúa do Vilar, caratterizzata dagli ampi portici, e la rúa Nova, che ospita numerosi edifici.
Musei:
Museo de Historia Natural Museo do Pobo Galego Museo de las Peregrinaciones y de Santiago Centro Gallego de Arte Contemporaneo (CGAC) Museo Fundación Eugenio Granell
Monumenti:
La Cattedrale di Santiago de Compostela è uno dei santuari cattolici più importanti del mondo; in essa sono custodite le reliquie di San Giacomo, il Maggiore Apostolo. E' proprio qui che si conclude il pellegrinaggio del Cammino di Santiago, percorso religioso che viene intrapreso da un numero importante di fedeli. L'edificazione della Cattedrale si è conclusa nel 1211, anno in cui venne consacrata. Dal punto di vista architettonico, è importante menzionare la barocca facciata dell'Obradoiro, situata nella piazza omonima, le due torri medievali, Torre das Campas e la Torre de Carraca, che sorgono ai lati della facciata. All'interno è possibile ammirare il romanico Portico della Gloria, che rappresenta la Corte della Gerusalemme Celeste scolpita sulla lunetta. Nella Capela Maior, sull'altare in stile barocco, è custodita la statua di San Giacomo, al quale si rivolgono i fedeli.
Palazzi:
Ostello dei Re Cattolici: situato nel lato nord della plaza del Obradoiro, fu costruito per accogliere i pellegrini in difficoltà per il lungo viaggio. Palazzo di Raxoi: edificio neoclassico situato alla destra della Locanda dei Re Cattolici; il palazzo, costruito per accogliere il Seminario dei Confessori e destinato a residenza dei bambini del Coro della Cattedrale, attualmente è la sede del Comune di Compostela, del Consiglio di Cultura Galiziana e di altri uffici amministrativi della Xunta de Galicia. Collegio di San Xerome: edificio che si affaccia sulla plaza del Obradoiro, è una struttura semplice ubicata lungo il lato meridionale. Fu edificato per offrire un alloggio agli studenti meno abbienti. Palazzo di Xelmirez: edificio annesso al lato nord della Cattedrale, fu costruito a cavallo tra il XII ed il XIII secolo per sostituire l'antica residenza episcopale. Collegio de Fonseca: l'edificio ha ospitato diverse istituzioni accademiche, tra cui la Facoltà di Medicina e Chirurgia, di Farmacia e il Seminario degli Studi Galiziani; in seguito divenne la prima sede del Parlamento Autonomo della Galizia, mentre attualmente accoglie la Biblioteca Generale dell'Università.
Articoli correlati:
  • Spagna, al Carnevale di Verin si combatte con la farina
    ©Turismo de Galicia

    Spagna, al Carnevale di Verin si combatte con la farina

    Quello di Verin è il più antico ed esotico Carnevale di tutta la Spagna
  • Santiago. Non solo pellegrini
    ©Turismo de Santiago de Compostela

    Santiago. Non solo pellegrini

    La città dell'omonimo Cammino famoso in tutto il mondo, svela cultura e gastronomia rivendicando alcuni aspetti in parte ingiustamente adombrati proprio dall'immagine stessa della città dei pellegrini .


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati