Cerca nel sito
Scheda San'a
Courtesy of © Whc.unesco.org
San'a
Vedere all'aperto:
Il fiume (wadi) As-Sailah divide in due la parte vecchia della città, nucleo originario che conserva i tesori più preziosi dal punto di vista architettonico. Per potersi orientare a Sana'a, ed ottimizzare la visita, ci sono alcuni punti di riferimento imprescindibili. Il primo è la Bab El-Yemen (Porta dello Yemen), che è impossibile non attraversare: è il punto più noto di accesso alla città vecchia e ai principali mercati di Suq al-Mihl. L'altro è la Maydan al-Tahrir (Piazza della Liberazione), centro cittadino e punto d'incontro tra le varie zone della città antica, proprio alla confluenza di alcune importanti vie: Alì Abdul Mughi Street, Gamal Nasser Street e 26 September Street. L'area più frequentata dai visitatori è quel quadrilatero disegnato dalla Ring Road (Circonvallazione) che circonda la città antica e che è tagliato da strade che hanno il nome delle città verso cui sono dirette (Marib Road, Taizz Road, Al-Hudaydah Road e Wadi Dhahr Road).
Musei:
Un giro tra i musei non può non comprendere il Museo Nazionale della città ospitato nella Casa della Buona Fortuna, un antico palazzo reale costruito negli anni 30. Nei suoi cinque piani di esposizione sono raccolti oggetti relativi agli antichi regni yemeniti, alla storia islamica del paese e alla sua moderna cultura popolare. Il Museo di Arti e Mestieri, anch'esso situato in un vecchio palazzo, espone oggetti di uso quotidiano, mentre si rivela una piacevole sorpresa il Museo Militare, che illustra con testi e fotografie la storia militare dello Yemen secondo il punto di vista del governo.
Monumenti:
Lo splendore di Sana'a si avvale di un'architettura unica nel suo genere, con edifici decorati con fregi geometrici multicolore, detti "qamaryah" (dall'arabo "qamar" vuol dire luna) , e intonacati con gesso bianco. Sono ben 14 mila le costruzioni che, raggruppate in un unico stupefacente sito, lasciano decisamente stupefatti. Nei quartieri orientali, quelli storici, si trovano la Moschea Grande ed il castello di Ghumdan; nei quartieri occidentali si trovano invece essenzialmente edifici residenziali.
Quartieri:
Dei tre quartieri (arabo, turco ed ebraico) in cui era divisa la città vecchia, quello arabo coincide tutt'ora con la parte orientale del centro storico, la medina e comprende, tra l'altro, molti suq. Il turco e l'ebraico si trovano nell'area occidentale, divisi dall'arabo da una delle pià importanti arterie cittadine, la Abdul Mughi Street.
Palazzi:
La zona all'interno delle mura, la città vecchia è stata dichiarata Patrimonio dell'umanità dell'Unesco, ovunque andiate vedrete facciate decorate con raffinati fregi, e belle finestre takhrim con il loro complesso arabesco e i vetri colorati.


Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100