Cerca nel sito
Scheda Mauritius
Courtesy of © Mauritius.net
Mauritius
Dato il carattere multietnico dell'intero arcipelago, va da se che ogni cultura e religione abbia portato le proprie feste caratteristiche nel calendario del paese, formando una ricchissima costellazione di eventi. Volendo tralasciare quelli a carattere prettamente religioso comuni a tutto il mondo (il ramadam musulmano, il natale e la pasqua cattolica), molte sono le celebrazioni che hanno preso corpo o identità sull'isola. Suggestivo e famoso è il Teemeedee, che consiste in una celebrazione dove si cammina sulle braci ardenti per celebrare la forza degli dei e il proprio coraggio di fronte a loro. Non vi è un periodo dell'anno specifico nel quale ammirare questo rituale, ma è più probabile potervi assistere durante l'inverno, nel mese di gennaio. Il popolo Tamil festeggia il periodo del raccolto foraggiando le mucche dipinte per l'occasione. Si svolge a febbraio, in onore del dio Shiva, il Maha Shivaratree: dopo una notte di veglia un'immensa coda di fedeli, carichi di archi ricoperti di fiori ( kanvar ), si reca presso le sponde del lago sacro, il Ganga-Talao (Grand Bassin), in una cerimonia che ricorda da vicino i riti presso le sponde del Gange. Il 22 Marzo è il momento dell'Holi, la festività più gioiosa. Per due giorni le strade si animano col lancio di spruzzi d'acqua colorata (in cui spesso vengono coinvolti anche i turisti), mentre una più ortodossa sfilata porta al rogo un feticcio rappresentante il male: le fiamme ne decreteranno la fine.
Articoli correlati:


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati