Cerca nel sito
LUDERITZ
Luderitz è un piccolo angolo di Baviera ricostruito alla fine dell'Ottocento sulle fredde sponde dell'Oceano Atlantico in uno dei più impervi angoli dell'Africa australe. Alle spalle del piccolo paesino le dune di sabbia del deserto della Namibia annunciano vasti orizzonti di vuoto e desolazione e davanti alle case, invece, il mare, spesso rabbioso e in tempesta. Ludertiz oggi è un piccolo porto di poche migliaia di abitanti situato a Sud-Ovest della Namibia, ma appena un secolo fa era una ricca e popolosa cittadina che prosperava grazie ai vicini ricchi giacimenti di diamanti che attiravano migliaia di cercatori di fortuna da ogni dove. Oggi i ricchi giacimenti diamantiferi della zona si sono esauriti e la sola fortuna di Luderitz proviene dai traffici mercantili e di pesca del porto e dal turismo. Seppur lontana dalle più belle mete turistiche della Namibia, Luderitz merita una deviazione per scoprire le sue diverse interessanti attrazioni. Il piccolo centro abitato appare quale risultato di una bizzarra e colorata mescolanza architettonica di stile imperiale tedesco e di art nouveau. Basti osservare la Goerke Haus o l'imponente vecchia stazione ferroviaria. Ma le più belle attrattive vengono offerte dagli immediati dintorni. Una visita d'obbligo va sicuramente fatta presso la riserva di pinguini di Halifax Island e la riserva delle otarie di Diaz Point. Entrambe le aree protette si raggiungono solo via mare (quando le condizioni meteo lo permettono) con escursioni della durata di 3 ore circa a bordo del veliero "Sedina" organizzate dall'agenzia Atlantic Adventure Tours (tel. 063/204030). Lungo il tragitto è facile imbattersi in delfini che seguiranno l'imbarcazione esibendosi nelle loro fantastiche acrobazie! A pochi chilometri nell'entroterra, nei pressi della statale B4, si trova il vecchio centro diamantifero di Kolmanskop, ormai abbandonato da tempo. Oggi è un museo che ricostruisce la storia del locale giacimento diamantifero illustrandone le tecniche di estrazione. Per visitare Komanskop occorre farsi rilasciare un permesso dall'ente turistico di Luderitz. Se decidete di rimanere nella zona, potete dedicarvi alla ricerca delle rose del deserto, ovvero dei particolari cristalli di solfato di calcio e gesso che si formano grazie all'umidità marina che penetra nella sabbia del deserto e che finisce per cristallizzarla in figure simili a dei fiori. La ricerca si può effettuare previo rilascio del solito permesso dell'ente turistico di Luderitz, che vale però soltanto due ore! Un'altra meta vicino a Luderitz è Agate Bay, una bella spiaggia disposta a mezzaluna, formata dai residui della vicina miniera diamantifera e composta da piccoli frammenti di mica grigia. Le agate presenti in zona e che danno nome alla spiaggia non sono purtroppo più cosi numerose come un tempo. Luderitz offre un'ampia gamma di alloggi che vanno da un piccolo ma grazioso ostello (il Backpackers Lodge, tel. 063/202445 e chiedere di Toya) fino all'elegante Bay View dotato di piscina (tel. 063/202288). L'unica arteria stradale che collega Luderitz al resto del paese è la statale B4 che regala panorami desertici di incomparabile bellezza, specie se visti nella luce calda del tardo pomeriggio. Fate attenzione nel percorrere gli ultimi chilometri prima di raggiungere Luderitz in quanto il vento, che soffia spesso fortemente, trascina sulla strada pericolosi mucchi di sabbia che rendono sdrucciolevole la guida!


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati