Cerca nel sito
Lisbona
© Lisbona Turismo
Lisbona
Vedere all'aperto:
Lisbona è una di quelle città dove è piacevole passeggiare e, tra le vie dei quartieri storici, parchi e giardini esotici, ci si dimentica del traffico e dei mezzi pubblici. Il più grande parco di Lisbona è il parco Eduardo VII, vero e proprio polmone verde della città, che offre una vista panoramica su tutto il quartiere della Baixa fino alle rive del Tago. Creata da Raul Carapinha negli anni '30 la Estufa Fria (serra fredda) si estende per circa mezzo ettaro. Percorsa da ponticelli e piccole cascate ospita una straordinaria varietà di esemplari di fiori e piante esotiche provenienti da Cina, Corea, Africa, Australia, Brasile, Antille e Messico. Il giardino botanico di Ajuda è invece considerato il primo giardino botanico del Portogallo e uno dei più importanti in Europa, dove si possono ammirare circa 2500 specie botaniche provenienti da tutto il mondo. Una visita al Parque das Nações è certamente una gita consigliabile che conduce alla scoperta del moderno complesso monumentale caratterizzato dalla presenza di numerosi negozi e ristoranti oltre ad una serie di spettacolari fontane con splendidi giochi d'acqua a tempo di musica accompagna per tutto il parco. La visita comprende tra l'altro la Torre Vasco de Gama: alta circa 140 m offre dalla cima una vista su tutto il parco e il fiume Tago fino a Lisbona. Da lì parte poi la Teleferica che si sviluppa per una lunghezza di circa 1 km fornendo una splendida vista aerea sulla città di Lisbona. La principale attrazione del Parco è certamente l'Oceanario, uno dei più grandi d'Europa assieme a quelli di Barcellona e Genova, che permette una vista sul complesso habitat degli Oceani con la presenza di più di 10.000 animali e piante di oltre 250 specie.
Musei:
A Lisbona si trovano alcuni dei più importanti musei del Portogallo come il Museo Nazionale dell'Azulejo, dall'arabo al zuleiq che significa piccola pietra levigata, che custodisce splendidi esemplari finemente dipinte di questo prodotto tradizionale portoghese di tutti i periodi storici, a partire da quelle meravigliose del XV secolo, i cui pannelli vengono esposti alle pareti come dei veri e propri quadri. Dopo la visita vale la pena fare una sosta nella simpatica caffetteria del museo, un tempo refettorio del convento che, al giorno d'oggi, ha mantenuto gli azulejos orginali a tema culinario. Tra i più importanti poli artistici vale la pena visitare il Museo Nacional de Arte Contemporânea che ospita una collezione di arte portoghese relativa al periodo posteriore al 1850, con opere di vari movimenti quali il Romanticismo, il Naturalismo, il Surrealismo ed il Modernismo. Il Museo Calouste Gulbenkian è considerato da molti il più bel museo del Portogallo dove ammirare ben 6000 opere che includono collezioni di arte greca e romana e di tutte le principali epoche dell'arte occidentale ed alcuni pregevoli pezzi di arte orientale come dipinti, sculture, vari manufatti inclusi mobili e gioielli. Capolavori contemporanei invece si possono visitare al Museo do Centro de Arte Moderna, ricco di tendenze artistiche del XX secolo tra cui collezioni di pittura, scultura, disegno, fotografia e incisioni. A Lisbona non poteva mancare il Museo del Fado che ospita mostre, opere e sculture dedicate proprio al Fado, la musica tipica del Portogallo, spiegando attraverso un percorsi interattivo con tanto di audiovisivi e pannelli illustrativi, l'impatto socio-culturale di questa musica nell'epoca contemoparanea e della sua evoluzione attraverso i diversi periodi storici.
Monumenti:
Lisbona non ha un unico centro monumentale, per apprezzarla in tutto il suo splendore, vale la pena percorrere a piedi le sue strade, i viali dei vari quartieri come quello di Belèm, un'area spaziosa con ampi giardini e monumenti imponenti come il Monastero dei Jerónimos, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco, è un meraviglioso capolavoro dello stile manuelino ricco di elaborate decorazioni come sculture di piante e animali esotici e simboli dell'arte di navigazione, forse il più significativo monumento di Lisbona, fatto costruire dal Re Manuele I per celebrare il ritorno del navigatore portoghese Vasco de Gama, dopo aver scoperto la rotta per l'India. Di grande interesse architettonico è il Chiostro, di forma quadrangolare e caratterizzato da due ordini di gallerie, ricche di sculture ed elaborate decorazioni in pietra. Insieme al Monastero anche la Torre di Belém, dichiarata Patrimonio dell'Umanità, rappresenta un mirabile esempio di architettura manuelina con i suoi tre incantevoli piani ornati da torrette in stile orientale e decorazioni rinascimentali; si tratta certamente di uno dei simboli della capitale portoghese, un gioiello d'arte che, fatto costruire Manuel I nella prima metà del '500 per sorvegliare l'entrata al porto di Lisbona, un tempo era la sede di partenza per i navigatori che si avventuravano sulla rotta delle scoperte.
Quartieri:
Per la maggior parte situati nel centro di Lisbona, i quartieri storici sono una tappa obbligatoria per chi visita la capitale del Portogallo. Il Bairro Alto è uno dei quartieri più paradigmatici e affascinanti da vivere in città; tipico e popolare, il Bairro Alto è caratterizzato da un dedalo di vicoli in cui palazzi nobiliari si alternano ad abitazioni popolari da cui si affacciano bar, ristoranti e, soprattutto, negozi di vestiti e di design. Punto di incontro di giovani, artisti e intellettuali, il Chiado è la zona dei locali emblematici, come "A Brasileira" (con la statua del poeta nazionale Pessoa), delle scuole di arte, dei teatri e della storia viva. La zona del Carmo, vicino al Chiado, presenta alcune strutture affascinanti dal punto di vista della storia della città, come il Convento e la Chiesa del Carmo, che mantengono l´eleganza e l'imponenza di un tempo. Nella Baixa, tradizionale centro commerciale della città, si trova una grande concentrazione di negozi e le arterie dello shopping come la bellissimia Rua Augusta che unisce il Terreiro do Paço, piazza che si affaccia sul fiume Tago, alla bellissima Praça do Rossio (D. Pedro V). Nel quartiere attorno al Castello si respira la storia della città. Alfama è un altro quartiere di Lisbona che merita di essere visitato, è una delle zone più antiche della capitale portoghese, nata sotto l'influenza dei Mori e particolare per i suoi stretti e caratteristici viottoli.
Palazzi:
Lisbona è tutta una bellezza architettonica dove perdere lo sguardo tra i bei palazzi del centro storico, quasi tutti decorati con le azulejos, le maioliche dipinte tipiche del Portogallo. Il vero splendore lo si riscontra nel Palacio Nacional de Queluz, situato a circa 5 chilometri a nord-ovest di Lisbona, una meravigliosa costruzione che, con il suo raffinato stile rococò rosa, viene spesso paragonata a quella di Versailles per le facciate decorate, i giardini ornati da fontane barocche e statue al cui interno è conservata una collezione importante di arti decorative, mobili, quadri, tappeti, porcellane e piastrelle. Al giorno d'oggi il palazzo è divenuta la residenza ufficiale per personalità straniere in visita nel paese ed ospita concerti, mostre e rievocazioni storiche. Il Palazzo di Belém, conosciuto come il Palazzo Cor de Rosa per il colore della sua facciata, fu costruito durante il XVI secolo come residenza di vari re e, dal 1911, è la residenza ufficiale del presidente del Portogallo, in parte aperta al pubblico, là dove si può visitare il Museo della Presidenza della Repubblica che spiega la storia del palazzo. Il Palazzo d'Ajuda, l'ultima residenza ufficiale della monarchia portoghese nell'Ottocento, è sicuramente degno di una visita grazie ai suoi interni ricchi di decorazioni dove si possono ammirare gli oggetti personali e decorativi che appartenevano alla famiglia reale. Il Castello Di San Giorgio si trova sull'antica acropoli e domina l'Alfama, da cui si può godere di un panorama mozzafiato sulla città e sul Tejo.Del castello non è rimasto molto in realtà ma merita una visita il Cortile delle Armi, la Cappella Reale, la Torre di Ulisse, l'Arco di San Jorge e la Porta di Moniz.. Emozionanti viste anche a Sintra, uno dei luoghi più visitati dai turisti grazie al suo paesaggio naturale e storico dichiarato Patrimonio dell'Umanità, dove sorge il Palazzo Nazionale di Pena, una residenza estiva della famiglia reale divenuta la sede del Museo degli Azulejos Mudéjares, là dove si può visitare una magnifica collezione di mosaici esotici. Sempre a Sintra si trova il Palazzo di Regaleira, una tenuta di 4 ettari contornata da meravigliosi giardini e grotte annoverata che, così come tutto il centro storico di Sintra, fa parte della lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'Unesco. Il Palazzo di São Bento invece, originariamente un monastero Benedettino del XVI secolo, oggi è il Palazzo del Parlamento, al cui interno si trova ancora l'antico refettorio dei frati, coperto con 18 pannelli di azulejos che rappresentano la vita di San Benito e altre attività quotidiane.
Articoli correlati:


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati