Cerca nel sito
Lima
Lima
Vedere all'aperto:
A pochi chilometri dal centro si trovano luoghi incantevoli in cui la natura è ancora incontrastata padrona. Per esempio le paludi di Villa sono lagune in cui nidificano ancora innumerevoli specie di uccelli tra cui molti di essi sono migratori.Una vera sorpresa si rivela la sierra attorno a Lima. Sui versanti della cordigliera limeña si trovano alcuni "Pueblos " caratteristici della montagna peruviana. I colori, i mercati, la gente che vive in queste lande sono ancora " ferocemente " attaccati alle loro tradizioni, il tempo qui a pochi chilometri dalla grande capitale sembra essersi fermato. Andare a San Pedro de Casta a 3350 metri sul livello del mare è come camminare indietro nel tempo, vedere le donne andare al mercato,ascoltare i discorsi degli uomini nella piazza è un "flash" a ritroso in una storia di alcuni secoli fa. Altri sono i villaggi che ingentiliscono la sierra limeña:Churín, Canta, Obrajillo. Sono scrigni di vita ancestrale a soli 100 chilometri da Lima. Canta è anche punto di partenza per le escursioni al parco archeologico di Cantamarca e ai boschi delle Puyas, tipiche piante andine di 10 metri di altezza e che fioriscono ogni cento anni. A Cañete e a Lunahuana invece si entra nel mondo degli sport d'avventura: rafting, mountain bike,trekking, parapendio sono comuni in questi paradisi dell' adrenalina. Naturalmente la Lima " periferica " offre ancora siti storici interessanti come le piramidi di Chancay, la fortezza di Paramonga. Ed infine le spiagge del Pacifico come la Ensenada, Señoritas, Punta Hermosa, los Embajadores,San Bartolo, Asia, etc,etc. Alcune di loro sono ottimi punti di partenza per praticare il surf, ma comunque tutte sono pronte ad accoglierti nell' immensa infinità dell' orizzonte.
Musei:
Molti sono anche i musei che la città offre; in essi sono conservate numerose testimonianze delle civiltà che vissero su queste terre prima della colonizzazione spagnola. Tra tutti i musei meritano una particolare menzione: il museo dell' oro;possessore di una ricchissima collezione di lavori in oro del periodo pre - incaico. il museo di archeologia e antropologia; dove sono esposti tessuti e ceramiche dell' epoca pre incaica ed incaica e dove è possibile osservare delle mummie appartenenti alla stessa fase storica. il museo Larco Herrera; possessore della più grande collezione di ceramiche delle culture Moche e Chimu e anche di ceramiche e tessuti a tema erotico, tipico delle culture del nord peruviano. il museo della Nación (il più grande del paese); nelle sue vaste sale sono esposti un' infinità di reperti e lavori artigianali, muti testimoni delle molte civiltà che popolarono il Perù(Chavin, Wari, Moche, Chimù, Nazca ed Incas sono alcuni dei popoli che vissero sulla costa , sulla sierra e nella giungla di questo lontano paese). Qui di notevole interesse è la ricostruzione della tomba del Señor de Sipan ( l' originale si trova vicino alla città di Chiclayo );la sepoltura fu trovata intatta e la sua scoperta è equiparata a quella del faraone Tutankamen in Egitto.
Monumenti:
Cattedrale di Lima: posta di fronte alla Plaza Mayor si iniziò a costruire lo stesso giorno della fondazione della città, il 18 gennaio del 1535. Originariamente fu un tempio modesto però, nel 1564, l'architetto Jeronimo de Loayza, disegnò un tempio di grandi dimensioni simile alla Cattedrale di Siviglia. All'interno notevoli i banchi del coro, la cappella di stile churrigueresco dell'Immacolata e il Cristo di avorio donato da Carlo V, re di Spagna. Si trovano anche i resti di Francisco Pizarro. Santo Domingo: è il convento più antico che per le sue caratteristiche è uno dei luoghi più armonici della città. E' formato da una successione di chiostri e patii intorno ai quali si distribuiscono aree di servizio e abitazioni comunitarie. A destra dell'altare maggiore si trovano i resti di Santa Rosa de Lima, San Martin de Porres e del Beato Juan Masias. San Francisco: per la sua magnifica unità di volume e colore questo complesso architettonico è considerato come l'ambiente monumentale più riuscito nell'America ispanica. La costruzione ebbe inizio nel 1542 e si concluse nel 1674. Il convento, i chiostri e la portineria sono adornati da maioliche di Siviglia e, nella parte sottostante, esistono gallerie sottorranee e catacombe che, nell'epoca del vicereame, si utilizzarono come cimiteri.
Quartieri:
Lima, città vecchia di cinquecento anni, è composta da vecchi quartieri che non hanno perso il loro antico fascino e sono stati la culla della nuova cultura peruviana;nata dalla fusione di mondi lontani:l' indigeno, l'europeo, l'africano e in anni più recenti l'asiatico. Nei borghi limeñi è nato il " Criollismo" ovvero la cultura creola che ancor oggi caratterizza Lima e la sua gente. Luoghi come " La Alameda de los Descalzos" ( viale degli scalzi ), " El Paseo de Aguas " ( la passeggiata delle acque), la Plaza de Toros, alcuni ristoranti e Peñas ( tipici locali di Lima )sono luoghi che testimoniano il " Criollismo " tanto caratteristico della città. Se il Rimac è il quartiere creolo los Barrios Altos sono la tradizione ed il ricordo. In esso vissero intellettuali, compositori, scrittori che caratterizzarono il movimento culturale di Lima degli ultimi cent'anni.La casa de " Las Trece Monedas ", la chiesa de " Las Trinitarias", il mulino di Santa Clara sono gemme incastonate nei muri e nella storia della Ciudad de Los Reyes. Ma un soggiorno a Lima non avrebbe significato senza una visita a Barranco, quartiere baciato dall' oceano e dalla storia, quartiere le cui piazze e parchi si animano di notti dal sapore creolo e meticcio e dove non è difficile trovarsi a fianco di personaggi famosi del Perù odierno. Caratteristica di Barranco sono le sue case ed il Ponte dei Sospiri, tradizionale punto d'incontro degli innamorati limeñi. Come tutte le grandi città anche a Lima il nuovo vive a fianco dell' antico, così che oltre alla tradizione Lima presenta quartieri moderni come San Isidro e Miraflores; dove grazie alla presenza di molti teatri, cinema, discoteche, ristoranti, cabaret e caffè la vita notturna è molto attraente e vivace. Ed infine il quartiere cinese, che con i suoi commerci vari e a volte oscuri, da un tocco di originalità ad una società peruviana in continua evoluzione.
Palazzi:
Da vedere: il Palacio de Gobierno, il Palacio de Torre Tagle, la Casa Riva Aguero, la Casa Aliaga.
Articoli correlati:


Seguici su:
Black Friday
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati