Cerca nel sito
Kazimierz Dolny
Un piccolo e antico borgo incastonato tra il fiume Vistola e le colline ricoperte da una rigogliosa vegetazione: cosi appare Kazimierz Dolny, a circa 140 chilometri da Varsavia, uno dei luoghi più incantevoli di tutta la Polonia. Il tessuto urbano, impreziosito da una manciata di monumenti, è composto da una varietà di graziose architetture realizzate in epoche, stili e materiali diversi. Dall'alto del Castello, della Torre e dal Colle delle Tre Croci si godono bellissime vedute e si può respirare tutta l'atmosfera che trasporta in un'altra dimensione. Si, perché qui regna ancora l'anima rurale e genuina di una volta, che non si è guastata dalla lunga frequentazione dei turisti: le tipiche case conservano ancora il loro carattere originale, con gli orticelli recintati dalle staccionate e le bancarelle dei mercati che riportano le piazze alle loro funzioni originarie. Lungo la riva del fiume è sorta una piacevolissima passeggiata dove si incontrano friggitorie di pesce, caffè, ristoranti e birrerie, ma allo stesso tempo sono conservati alcuni esempi dei numerosi granai che anticamente segnavano il passaggio cittadino, a testimoniare, oggi, la passata prosperità di Kazimierz. Da parecchio tempo la cittadina è conosciuta anche come Città dei Pittori: è sufficiente, infatti, andare a passeggio per il centro per vedere folle di studenti di belle arti che si incontrano sotto le mura del castello, nella Piazza del Mercato o in ogni angolo che regala scorci interessanti, pronti a riportare le proprie impressioni su tela. Disegni e acquarelli sono realizzati anche da pittori professionisti ed esposti nelle gallerie d'arte o in mostre all'aperto. Sembra un quadro anche il cuore storico con la sua Piazza del Mercato circondata da case antiche ed edifici con i portici, ornati di fantasiosi attici decorati a rilievo. La Casa di Danzica, all'angolo sud ovest della piazza, accoglieva i mercanti e le sue forme tardobarocche risalgono al 1795. Numerosi sono gli esempi di palazzetti borghesi e la chiesa del Monastero dei Riformati conserva arredi rococò. Tra i tanti granai superstiti lo Spichlerz Mikoloja Przbyhy ospita oggi il Museo Naturale dove si può vedere una raccolta di flora, fauna e fossili della regione, ma se si vogliono ammirare vedute del borgo bisogna recarsi al Museo della Vistola a Palazzo Gorski. Altra presenza che ha lasciato una forte impronta sulla città è quella della comunità ebraica, di cui sono conservate diverse abitazioni tipiche in legno, l'ex sinagoga e l'edificio del vecchio macello kosher. Durante il giro città non si può fare a meno di fermarsi a prendere quello che è diventato l'inconfondibile simbolo di Kazimierz Dolny, il caratteristico gallo di pane dolce che nessun altra località polacca possiede.


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati