Cerca nel sito
Genova Porto Antico
Thinkstock
GENOVA
Vedere all'aperto:
Il Centro Storico della città è il massimo esempio in Europa e nel Mediterraneo di città medievale conservata pressoché integralmente e per questo dichiarata in parte patrimonio mondiale dell'umanità dall' UNESCO. La Piazza di Genova che si affaccia sul Mediterraneo è una delle aree turistico-culturali più visitate d'Italia. Via del Campo è una strada lastricata che incrocia in senso trasversale i caruggi del centro storico di Genova. Fa parte di quella sorta di enclave che caratterizza la parte antica della città genovese - il più vasto agglomerato medioevale d'Europa. Il Parco storico di Villa Serra è una splendida area verde che ospita la settecentesca Villa Pinelli e numerose altre costruzioni minori. La Villa è in stile londinese con una particolare torre merlata al suo fianco e dal suo piazzale dipartono vie e sentieri che conducono a ruscelli, laghi e boschetti. Il Parco ha una superficie di nove ettari ed è attraversato dal Rio Comago.
Musei:
Il museo del tesoro di S. Lorenzo è organizzato in quattro ambienti sotterranei al di sotto del Duomo. Lo scenario del museo conferisce ulteriore fascino agli oggetti esposti come il Sacro Catino, il piatto di San Giovanni e l'arca delle ceneri del Battista. Inoltre ha sede a Genova il museo più importante in Europa dopo Ca' Pesaro, per raccolte dati dell'Estremo Oriente ed è il Museo d'Arte Orientale Edoardo Chiossone situato nello scenografico Parco della Villetta Di Negro. Il Museo delle Culture del Mondo è stato aperto in occasione di Genova capitale europea della cultura 2004 al Castello d'Albertis, antica dimora del Capitano Enrico Alberto d'Albertis sul colle di Montegalletto. Situato nel quartiere di Castelletto, ospita manifestazioni culturali e l'esposizione permanente delle collezioni raccolte dallo stesso d'Albertis, integrate da altre acquisizioni più recenti.
Monumenti:
La Cattedrale di San Lorenzo è la chiesa principale della città di Genova, venne costruita tra il XII e il XIV secolo prendendo gli ultimi suggerimenti architettonici dello stile Romanico, ma venendo in seguito completata in Gotico scegliendo per l'aspetto esterno la rifinitura a fasce bianche e nere. Impossibile andare a Genova e non visitare l' Acquario, il più grande d'Europa, è stato fondato nel 1992, in occasione dei festeggiamenti per il cinquecentesimo anniversario della Scoperta delle Americhe da parte del genovese Cristoforo Colombo. Ogni anno viene visitata da centinaia di migliaia di turisti curiosi di ammirare da vicino delfini, foche, pinguini, tartarughe marine, squali e pesci coloratissimi. La struttura è stata disegnata da Renzo Piano e situata nel porto di Genova, si sviluppa su quattro livelli (due al di sopra e due al di sotto del mare), e ospita una ricca e affascinante schiera di abitanti del mare, che vivono in ambienti che riproducono con grande cura quelli in cui generalmente vivono queste stupende creature. Un'affascinante casa-museo ospitante il Museo delle Culture del Mondo è il Castello d'Albertis costruito su resti di antiche fortificazioni medievali. Il Castello fu terminato nel 1892 e donato nel 1932, in seguito alla morte del D'Albertis, al Comune di Genova.
Quartieri:
I quartieri di Genova sono più di 60, tra i più importanti ricordiamo il Biscione, un complesso di edilizia popolare sorto alla fine degli anni sessanta sulle alture fra Marassi e Quezzi, a Genova, un insieme di cinque caseggiati lunghi ciascuno oltre 300 metri e disposti seguendo le curve di livello della collina sulla quale sono stati edificati. All'interno della costruzione spicca la chiesa parrocchiale costruita negli anni novanta, con una curiosa forma di prua di nave. Il nome Biscione deriva dalla sua particolare struttura che ricorda appunto le fattezze di un lungo e sinuoso serpente.Un quartiere storico è il Foce, si affaccia sul mare a levante del porto: prende il nome dalla sua posizione allo sbocco del torrente. A livello di unità urbanistiche sono comprese nella Foce le unità di Foce e Brignole che insieme hanno una popolazione di 16.288 abitanti, di cui 5.501 nel solo rione della Foce. Granarolo è il nome di un quartiere di Genova situato sulle alture, sopra il quartiere del Lagaccio e di fianco al parco del Peralto. Vi si giunge con una ripida strada che parte da via Bari o con la storica ferrovia a cremagliera Principe-Granarolo. Anticamente era un borgo contadino, ora è saldato alla grande GenovaSan Benigno è un moderno quartiere direzionale di Genova, edificato tra gli anni ottanta e novanta nell'area attigua al porto.Degni di nota sono gli edifici del World Trade Center di Genova e del Matitone (terminato di costruire nel 1992).La zona di San Giovanni Battista, che fu comune autonomo dal 1804 al 1923, comprende la parte collinare della cittadina di Sestri Ponente (ora quartiere del comune di Genova), della quale costituisce la parte più antica, in cui viveva la maggior parte della popolazione quando ancora la parte pianeggiante dove sorge il moderno abitato di Sestri Ponente era occupata dal mare, che vi formava il golfo del Priano (detto anche di San Lorenzo). San Quirico in Val Polcevera, meglio conosciuto semplicemente come San Quirice è un popoloso quartiere situato nella periferia nord di Genova, più precisamente nella Valpolcevera, tra i quartieri di Bolzaneto e Pontedecimo.
Palazzi:
Il Palazzo Ducale di Genova è uno dei principali edifici storici cittadini. Già sede del dogato dell'antica Repubblica, è attualmente uno dei principali poli museali del capoluogo ligure. Lasciato in abbandono per lungo tempo, e adibito a sede degli uffici giudiziari prima della costruzione negli anni settanta del nuovo palazzo di giustizia di Portoria, ha visto completare il suo restauro in occasione delle Colombiadi del 1992 con cui vennero commemorati Cristoforo Colombo ed il cinquecentenario della scoperta dell'America. Nel 2001 è stato sede del G8. Intorno al centro storico venne istituita una blindatissima zona rossa che non servì però a scongiurare, almeno al suo esterno, quelli che sono passati alla storia come i fatti del G8 di Genova. Il Palazzo di Branca Doria si trova a Genova, in piazza San Matteo al civico numero tredici, il luogo che costituiva dal XII secolo il cuore dell'insula dell'influente famiglia Doria che qui aveva la propria chiesa gentilizia, San Matteo. Tale chiesa venne fondata attorno al 1125 dal monaco benedettino Martino; officiata dai benedettini, era gestita direttamente dai Doria. Il palazzo, che ancora di recente costruzione perveniva dall'eredità paterna a Branca Doria, personaggio di dantesca memoria, è perfettamente inserito nella conformazione tardo duecentesca della piazza, rimasta pressoché inalterata. Si trova, nella piazzetta, all'angolo immediatamente a sinistra della chiesa di San Matteo; alla chiesa è collegato da un archivolto che scavalca l'accesso al chiostro trecentesco. Il Palazzo del Principe di Genova, situato in Via Adua 6, è uno dei principali edifici storici cittadini. Fu edificato in località Fassolo e, quale villa-residenza strettamente privata del principe ammiraglio Andrea Doria - che pure vi ricevette sovrani e diplomatici di ogni nazione - non fu mai censito nei cinque Rolli istituiti dalla Repubblica per definire le dimore destinate ad ospitare gli illustri ospiti della città. Questo era dovuto al fatto che la sua ubicazione era esterna alle mura della città. Dalla sua reggia, Andrea Doria - come ben ricorda Paolo Lingua nella sua Breve storia dei genovesi - poteva avere un controllo sulla città (in particolare sull'ingresso dalla zona del Faro, ovvero la collina dove sorge la lanterna) pur mantenendosi ad adeguata distanza dal Palazzo Ducale dove l'oligarchia aristocratica decideva ufficialmente le sorti della città e dei suoi abitanti. Oggi di proprietà privata, il Palazzo di Fassolo è adibito a istituzione museale.
Articoli correlati:


Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100