Cerca nel sito
Scheda Etiopia
Courtesy of © Whc.unesco.org
Etiopia
Il piatto nazionale per eccellenza della cucina etiope è la injera, una focaccia spugnosa che è ottenuta dalla lavorazione e cottura del tef, un cereale locale. Questa pietanza serve sia come piatto che come companatico, dal momento che vi vengono versati sopra gli altri cibi cucinati, e le due parti verranno consumate insieme. I piatti sono solitamente a base di carne, pesce e verdure, il più delle volte cucinati in una salsa di nome wot che può essere piccante o più dolce. Nasce così il doro wot, che è uno stufato di pollo e verdure in salsa piccante o il beg wot, stufato di pecora, cipolla e berberrè. Da assaggiare anche l'alichà che è uno stufato di pecora, kibe, cipolla senza berbrrè ma in questo caso con con verdure cotte aromatizzate, molto meno piccante del wot. Le stesse preparazioni a carattere unicamente vegetale sono ad esempio il messer wot (stufato di lenticchie in una salsa di cipolle e spezie), il gommen wot (stufato di bietola) e l'ater wot (stufato di piselli). All'interno di tutte queste preparazioni l'ingrediente che da l'estrema piccantezza si chiama berberré, ed è costituito da una mistura di peperoncino, aglio e altri armoni locali molto forti. A fine pasto non si può rinunciare al caffè, originario della regione del Kaffa, da cui prende il nome. In Etiopia sorbire il caffè rappresenta quasi un rito, che potrete godervi essendo serviti per tre volte in bicchierini solitamente di ceramica. Alcune bevande tipiche, infine meritano un assaggio: abbiamo la tella, una birra fermentata dall'orzo o dal mais, o il tej, che è un distillato di più cereali.
Articoli correlati:


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati