Cerca nel sito
Ciociaria
Thinkstock
Ciociaria
La gastronomia ciociara è basata principalmente sulle risorse agricole del territorio, coltivato a cereali, ortaggi, vigne e ulivi. Tra i piatti tipici molto diffuse sono zuppe, brodi e minestre, tra cui la "minestra revotata" e la "stracciatella" ovvero il brodo di pollo con uovo sbattuto. Le paste fresche accompagnano spesso le minestre. Tra i primi gli gnocchi di patate, i cannelloni o i canescioni ripieni di uova e formaggio o con salsiccia, le sagne con i fagioli, le patacche, gli strozzapreti, le fettuccine alla ciociara con funghi, piselli e prosciutto. Tra i secondi il bollito, una grande varietà di carni con prevalenza maiale, polli, agnelli, capretti e cacciagione accompagnati da funghi alla piastra e il tartufo locale. Da non dimenticare i formaggi di pecora e capra stagionati e freschi tra cui il pecorino ciociaro, le ricottine o la marzolina. Chiudono il pasto le ciambelle al vino, i tozzetti, le susumelle, le crostate, la "casata" con cioccolato e ricotta. Il vino è immancabile nella cucina tradizionale, spicca il rosso Cesanese del Piglio, il bianco Passerina del Frusinate, il Torre Ercolana di Anagni, il Merlot di S. Elia Fiumerapido e il Cabernet di Atina.
Articoli correlati:


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati