Cerca nel sito
Cilento
Thinkstock
Cilento
Il sito di Paestum rappresenta un importante polo archeologico fondato dai coloni greci verso la fine del VII sec. a.C. con il nome di Poseidonia: oggigiorno, quel che resta lo si può attraverso il templio di Hera, il Tempio di Nettuno, il Tempio di Cerere e i reperti rinvenuti conservati del Museo Archeologico Nazionale che custodisce la celebre Tomba del Tuffatore, risalente al 470 A.C. Altri importanti scavi archeologici hanno riportato alla luce la struttura dell’antica Velia, con il complesso delle terme romane, la Porta Rosa ed i resti di un teatro sull'Acropoli. Il più importante monumento monastico da visitare è la Certosa di San Lorenzo a Padula, la più grande d’Italia, dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità nel 1998, la sui realizzazione, iniziata nel 1300, è terminata solo dopo più di 400 anni. Oggigiorno al suo interno è ospitato il Museo Archeologico Provinciale della Lucania occidentale. Nei pressi della cima del monte Cervati , attorno ai 1.800 m, si trova il piccolo santuario della Madonna della Neve. Tra i castelli più importanti spiccano quello dell’Abate, del XII secolo, sito a Castellabate, il Castello dei Principi Sanseverino a Teggiano realizzato in epoca normanna, il castello di Agropoli ed il castello Normanno di Postiglione.
Articoli correlati:


Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100