Cerca nel sito
Scheda Belgrado
Courtesy of © Beograd.rs
Belgrado
Vedere all'aperto:
Belgrado è una città che offre una grande quantità di zone verdi là dove i turisti possono scegliere tra una gita in campagna a Kosutnjak, Topcider, Ada Ciganlija, Avala e in diverse altre località sulle rive del Sava e del Danubio.
Musei:
Belgrado vanta numerosi e importanti musei. Uno fra tutti il Museo di Storia Naturale, inaugurato nel 1895, con circa 1500000 oggetti, tra cui le collezioni di minerali, rocce, i trofei di caccia, paleontologia, zoologia e botanica. Nel Museo della Scienza e della Tecnologia" è custodito (in 20 collezioni) gran parte del patrimonio scientifico e tecnologico della Serbia. Il Museo dell'Aeronautica, dove è possibile ammirare 60 aerei, elicotteri e alianti. Infine, gli amanti delle quattro ruote, non possono perdersi il Museo dell'Automobile, che vanta una collezione di auto d'epoca raccolte da Bratislav Petkovi; una volta alla settimana, il museo offre inoltre degli spettacoli teatrali.
Monumenti:
L'Ulica 7 Julia, ottocentesca arteria a ridosso dell'ansa del fiume Sava, taglia in due la città vecchia: nella parte più settentrionale si erge la fortezza Kalemegdan, simbolo stesso della città, un poderoso insieme di torri e bastioni di epoca medievale riassettato nel Settecento. Nei pressi della fortezza, si può ammirare la seicentesca moschea Bajakli Dzamija, retaggio dell'antica dominazione ottomana ( tutto ciò che rimane delle oltre trenta moschee e 187 luoghi di culto esistenti ancore nel 1700 ). Poco più a Sud, s'incontra la Cattedrale ortodossa di Saborna Crkva ( 1845 ) dove sono conservate le tombe dei principi Obrenovic, antichi signori del regno di Serbia. Annesso alla Cattedrale vi è il Museo della chiesa Serbo- Ortodossa che espone preziose icone e arredi sacri. Lungo il Bulevar Revolucije, si innalza il Saveza Skupstina, il Palazzo del Parlamento ( 1907 ), importante esempio di architettura classicheggiante balcanica. Resti delle antiche terme romane si trovano invece nella piazza dell'Università, la Studetski Trg, che ospita anche il Museo Etnografico. Di gran pregio il Narodni Muzej, che espone al suo interno oltre trentamila opere di pittori famosi (Renoir, Matisse, Degas, Tintoretto) oltre alle sezioni dedicate all'arte preistorica, greca e romana, medievale e ottomana. Il Muzej Savremene Umettnosti è dedicato invece all'arte contemporanea.
Quartieri:
Il quartiere di Zemun: quartiere periferico di Belgrado, sulla sponda del Danubio, caratterizzato dalla presenza di case basse e piccole. Vi si arriva con il bus n° 88 , che parte dalla fiera (raggiungibile dal centro con il bus n° 56). Caratteristica di Zemun è la torre di Gardosh. Immancabile una passegiata sul lungodanubio, ricco di locali e ristoranti. Kosutnjak è un quartiere residenziale, immerso nel verde che, in inverno e in caso di neve, si trasforma in una piccola stazione sciistica cittadina, con numerosi locali che, per lo stile, richiamano l'atmosfera delle baite montane.
Palazzi:
Il Palazzo Nuovo si trova nel centro di Belgrado, nel quartiere di Andriev Venaco, proprio di fronte al Palazzo Vecchio. Il Parco dei Pionieri lo divide dalla Piazza Nikola Pasi, dove sorge il Parlamento serbo, mentre sul suo lato ovest corre la via Kralja Milana, una delle principali arterie della città. Il Palazzo Vecchio è sede dell'assemblea cittadina; situato tra Kralja Milana e Dragoslava Jovanovia, due importanti vie della città, l'edificio fu costruito tra il 1882 e il 1884 da Aleksandar Bugarskis, deciso a superare in bellezza e maestosità, tutti gli altri edifici di Belgrado.
Articoli correlati:


Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati