Cerca nel sito
Antartide Ushuaia ghiacci
© Evolution Travel
Ushuaia
"Baia che penetra ad ovest": questo significa la parola Ushaia nel linguaggio indigeno. Oggi però, la capitale della provincia della meravigliosa Terra del Fuoco è conosciuta come la Città della Fine del Mondo, grazie alla sua posizione particolare. E' infatti la città più australe del pianeta, sorta sull'ultimo lembo della costa meridionale argentina, oltre la quale si incontrano l'Oceano Atlantico e il Pacifico. Fondata nel 1884, si trova sulle rive del Canale di Beagle, che prende il nome del veliero che circumnavigò la terra al comando dell'esploratore Fitz Roy, con a bordo il naturalista Chrles Darwin. Alle sue spalle si staglia la catena dei monti Martial. Oggi la struttura cittadina comprende un centro ricco di edifici in muratura a fianco della antiche case in legno dei primi coloni. Ushuaia però non incanta per la sua architettura, ma per l'atmosfera ovattata che avvolge i visitatore, donando una sensazione di lontananza dal resto del mondo che le conferisce un fascino particolare. Sono i paesaggi naturali che la circondano a regnare sovrani, verdi e selvaggi, con il mare popolato da balene, pinguini ed leoni marini che si possono ammirare a distanza ravvicinata, a seconda del periodo dell'anno in cui ci si viene a trovare. Dal punto di vista culturale merita una visita il Museo Territorial Fin del Mundo, piccolo ma di sicuro interesse, che documenta il passato della regione con reperti storici e naturali e con testimonianze sulla cultura dei gruppi indigeni. Un aspetto interessante legato alla città è quello riguardante i delinquenti che, all'inizio del secolo scorso, venivano mandati dalle prigioni dell'Argentina del Nord al carcere di Ushuia, eretto dagli stessi carcerati, noto per aver ospitato pericolosi banditi e celeri perseguitati politici. Oggi i vecchi edifici del presidio e del carcere sono adibiti ad uffici della base navale, ma si conservano ancora alcuni padiglioni allo stato originale che è possibile visitare cosi come erano prima della chiusura, avvenuta nel 1947. E' il Parque Nacional Tierra del Fuego, però, ad essere il protagonista assoluto tra le attrazioni, ed una visita merita uno o anche più giorni, per poter meglio ammirare la ricca flora e fauna. In Argentina è l'unico parco con coste marine e si trova all'estremo sud ovest dell'Isla Grande, confinando con il Canale di Beagle. Istituito nel 1960, occupa oltre 63 mila ettari di superficie che si suddividono tra montagne scoscese che si intervallano a corsi d'acqua, valli e laghi profondi, pampas, insenature e spiaggette, bacini che regalano uno scenario spettacolare, complici anche le imponenti moli dei ghiacciai del Canale. Paesaggi incredibili che, uniti alla sensazione di trovarsi alla Fine del Mondo, trasportano il turista in un'atmosfera surreale e magica.
Articoli correlati:
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati