Cerca nel sito
Ravenna panorama
Thinkstock
Romagna
Il toponimo Romagna deriva dal tardo latino Romània e risale al VI secolo d.C., quando l'Italia fu divisa in longobardica e Romana e "Romània" assunse il significato generico di "mondo romano" in opposizione a quello barbarico-longobardo. Compresa tra il fiume Sillaro ad ovest, il Reno a nord, l’Appennino tosco-romagnolo a sud ovest fino al Monte Maggiore, la Romagna si affaccia sul Mar Adriatico per una lunghezza di oltre 90 chilometri e quindi la pesca è una delle risorse più importanti, assieme al turismo, soprattutto grazie alla Riviera Romagnola e all’artigianato (uno dei centri mondiali di produzione della ceramica è Faenza, ma la regione è nota anche per le tele stampate a mano e per gli stampi di legno intagliato, la lavorazione del cuoio e delle pelli per borse). L’agricoltura è di tipo industriale e si pratica su tutto il territorio: tra i prodotti agroalimentari l’albicocca della Val Santerno, la pesca e la nettarina di Romagna, il marrone di Castel del Rio e lo scalogno. I vini occupano un posto di rilievo. Il territorio comprende le province di Ravenna, Forli-Cesena, Rimini e parte della provincia di Bologna come Imola e le zone adiacenti della Provincia di Pesaro Urbino. Tra gli altri spiccano i comuni di Bagnocavallo, Brisighella, Faenza, Lugo, Marina di Ravenna, Bagno di Romagna, Bertinoro, Castrocaro Terme.
Articoli correlati:
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati