Cerca nel sito
Pula
L'universo di colori e profumi che caratterizza l'ambiente naturale dell'isola sarda, trova una delle sue espressioni più felici nella Costa del Sud, dove alla ricchezza di spiagge incontaminate si aggiunge quella di siti archeologici dall'indiscusso valore storico. In quest'incantevole scorcio di Sardegna, il territorio di Pula e l'area archeologica di Nora, rappresentano una realtà che riserva ai visitatori molte sorprese. Pula si trova sulla punta occidentale del Golfo degli Angeli, a 30 kmda Cagliari (strada statale 195) ed è lambita dal mare sul lato est. Qui, tra baie strette e promontori rocciosi, si susseguono ininterrottamente spiagge di sabbia finissima e bianca, meta estiva di molti turisti ormai da anni. Tra queste, la spiaggia di Santa Margherita, circondata dalla caratteristica vegetazione di pini ed eucalipti. Il centro urbano di Pula, è il luogo ideale per trascorrere le ore serali all'aperto nella bellissima Piazza del Popolo che durante l'estate si anima dell'atmosfera festiva e magica di gelaterie, spettacoli in piazza, bancarelle di oggetti etnici e discoteche all'aperto. La risorsa principale della città è costituita dagli scavi archeologici di Nora, la città punico romana più antica della Sardegna, situata sul promontorio di Capo di Pula. Per giungervi, dal centro di Pula, la strada più semplice è la Via Nora, la quale partendo dalla Piazza del Popolo, attraversa il centro storico per poi immettersi in un lungo viale alberato che termina con un incrocio. A questo punto si può scegliere o di voltare a sinistra per accedere alle altre spiagge di Pula e tornare in centro, oppure di proseguire diritti verso la spiaggia di Nora e gli scavi archeologici. In questa direzione, sulla sinistra, s'incontra la chiesetta di Sant'Efisio risalente al XII secolo, e più avanti, sulla destra, la "laguna di Nora" con il suo Aquarium. Proseguendo si arriva alla Marina Militare e infine all'ingresso della zona archeologica. Qui è possibile intraprendere un affascinante percorso a ritroso nel tempo, tra imponenti rovine risalenti all VII secolo a.C, templi, edifici termali e mosaici di una raffinatezza disarmante. Del periodo punico rimangono quartieri, abitazioni e santuari, come il tempio dedicato alla dea Tanit, e anche una necropoli parzialmente conservata. Dell'abitato romano è visibile, attualmente, solo quello del periodo imperiale. Si individuano complessi termali con mosaici, il foro, uno splendido teatro, un mercato, templi, e abitazioni, tra le quali spicca, per i suoi bellissimi mosaici policromi, la "casa dell'atrio tetrastilo". Un mare immerso nella storia circonda la piccola penisola di Nora. Le spiagge della Baia di Nora offrono un panorama caratterizzato da antiche torri spagnole e sono impreziosite da reperti archeologici che affiorano un po' ovunque.
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100