Cerca nel sito
Porto Venere
Tra gli eventi di Porto Venere la festa di San Giovanni Battista, la festa della Madonna Bianca, Nostra Signora delle Grazie e la festa di San Venerio. La Festa di San Giovanni Battista si celebra il 24 giugno nel borgo del Fezzano, suo patrono. Manifestazioni di folklore, sagra con fiera-mercato di artigianato ed enogastronomia. Spettacoli di musica leggera e danza, una mostra di pittura e una gara remiera pre-palio. La Madonna Bianca è la Patrona di Porto Venere, la sua festa si celebra il 17 agosto. È pia tradizione che l'immagine taumaturga della Madonna Bianca sia giunta alle sponde di questo Borgo l'anno 1204. Per la Festa della Madonna Bianca nelle viuzze e negli angoli più caratteristici del Borgo vengono sistemati altarini, archi di verde e ghirlande di fiori, con una suggestiva illuminazione alla veneziana. Particolarmente suggestiva è la processione serale che attraversa il borgo antico illuminato per giungere sulla punta di San Pietro aperta sulla maestà dell'infinito. Nostra Signora delle Grazie è venerata nella Chiesa omonima con la Sacra miracolosa Immagine della Madonna delle Grazie il cui dipinto viene attribuito ad Andrea de Aste (1432). La festività della Madonna si celebra alle Grazie l'8 Settembre di ogni anno con una delle più antiche manifestazioni religiose della Liguria. Durante questi festeggiamenti - curati dalla Pro Loco locale in pieno accordo con la Parrocchia - migliaia e migliaia di pellegrini provenienti oltre che dalle vicine borgate anche da fuori provincia ed in particolare dalla Lunigiana, raggiungono il Borgo con ogni mezzo, per onorare la Madonna patrona del Golfo e rinnovare la loro testimonianza di devozione. Il ricco programma delle festività dell'8 settembre comprende una mostra di pittura nel refettorio dell'ex Convento Olivetano, il lancio di Paracadutisti della Marina Militare, concerto in piazza, serate musicali e spettacolo teatrale. Senza dimenticare l'ormai tradizionale Sagra del Polpo, tanto popolare da essere esportata anche fuori Provincia, è organizzata dalla Pro Loco che ogni anno appronta gli stand gastronomici per offrire ai turisti le specialità locali fra le quali è possibile ricordare: fritture di pesce, frittelle di bianchetti, stoccafisso, scabeccio (pesce marinato), sgabei (frittelle di pasta di pane), tartufi e muscoli ripieni, mesciua (zuppa di legumi), polpo in carpaccio, polpo in umido, spaghetti di muscoli. La Festa di San Venerio, patrono del Golfo della Spezia e dei Fanalisti d'Italia (coloro che si occupano del funzionamento dei fari marittimi) si celebra il 13 settembre. San Venerio fu un monaco eremita nel monastero benedettino dell'isola del Tino. Nelle notti buie era solito accendere, sulla sommità dell'isola, un falò che serviva come punto d'orientamento per le navi di passaggio. Il Santo morì nel 630 e in sua memoria fu costruito sulla tomba un monastero dai monaci Benedettini. Devastato più volte da incursioni barbare e piratesche, il monastero fu ricostruito numerose volte. I genovesi, seguendo il suo esempio, costruirono un torrione che servì in seguito come basamento per l'attuale faro. Oggi l'isola è zona militare sotto il controllo della Marina Militare. In occasione delle celebrazioni, il 13 Settembre, si svolge una processione in mare che prevede il trasferimento della statua del santo dalla Spezia sino all'isola del Tino e, successivamente, viene impartita la benedizione alle imbarcazioni. L'isola del Tino è visitabile solamente il 13 Settembre e la domenica successiva a tale data.
Articoli correlati:
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati