Cerca nel sito
Padova
Courtesy of © Padovanet.it
PADOVA
Vedere all'aperto:
La provincia di Padova è l'unica area del Veneto che presenta un'offerta ampia e diversificata di percorsi fluviali navigabili. Ben sette percorsi d'acqua, Fiume Brenta, Canale Piovego, Fiume Bacchiglione, Canale Battaglia, Canale Bisato, Canale Pontelongo, Canale Brentella, di cui cinque ad alta valenza turistica. Da percorrere anche la rete di cinte murarie rinascimentali che crea un percorso di ben 11 km con 20 bastioni e 6 porte superstiti. Anche di quelle medievali costruite a partire dal 1195 a delimitare il nucleo più antico della città e in seguito le nuove espansioni urbane, rimangono molte preziose testimonianze (comprese 3 porte).
Musei:
Padova offre un'ampia scelta di Musei e Collezioni, che spaziano dalle tradizionali raccolte di opere d'arte a collezioni uniche nel loro genere:i Musei Civici Eremitani: raggruppano il Museo Archeologico e il Museo d'Arte Medioevale e Moderna, dal 1985 ospitati nei chiostri dell'ex convento dei frati eremitani, offrono un'incredibile raccolta di dipinti realizzati tra il Duecento e l'Ottocento dai grandi maestri della pittura italiana, tra cui Giotto, Bellini, Tintoretto e molti altri e una panoramica sulla storia paleoveneta e romana della città. Il Museo Diocesano, un'ala del quattrocentesco Palazzo Vescovile che ospita preziose raccolte d'arte sacra, che includono antichi manoscritti , opere d'arte, paramenti sacri. La visita include l'imponenente Salone dei Vescovi e la suggestiva Cappella di S. Maria degli Angeli.
Monumenti:
Tra i ruderi dell'antica arena di Padova si trova uno dei più grandi capolavori mondiali: la cappella degli Scrovegni. Innalzata tra il 1303 e il 1305 per volere di Enrico Scrovegni la cappella è dedicata alla Vergine annunziata. Per adornare l'edificio lo Scrovegni chiamò due dei più grandi artisti dell'epoca: Giovanni Pisano per la realizzazione delle tre statue in marmo, Giotto per la decorazione delle pareti murarie.
Quartieri:
La città è divisa in sei zone principali: il centro storico, il quartiere Est Brenta-Venezia, Forcellini-Camin, il quartiere Sud- ovest Armistizio-Savonarola, il quartiere Nord Arcella - S. Carlo - Pontevigodarzere, il quartiere Sud-est S. Croce-S. Osvaldo, Bassanello-Voltabarozzo e il quartiere Ovest Brentella-Valsugana.
Palazzi:
La città veneta è ricca di interessanti palazzi monumentali, segnaliamo i principali il palazzo Maldura: edificio del XVI secolo, attualmente è la sede del Centro Interdipartimentale di Servizi e di diversi Dipartimenti della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Padova. Da visitare il salone affrescato oggi sede della biblioteca dell'Università di Lettere; il Palazzo Zuckermann, un edificio in stile ottocentesco sito in via Garibaldi 33, fu edificato tra il 1912 e il 1914 per l'industriale Enrico Zuckermann. Oggi fa parte del complesso dei musei civici e ospita al suo interno il Museo di arti decorative.
Monumenti da non perdere:
Articoli correlati:
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati