Cerca nel sito
Stambecco del Gran Paradiso
Thinkstock
Gran Paradiso
I borghi pieni di fascino, i castelli e le chiese affascinanti e pittoresche sono la massima espressione della storia e dell'arte che, nel corso dei secoli, hanno caratterizzato queste terre. Sul versante piemontese, ad esempio,  meritano una menzione particolare il bellissimo santuario di Prascondù, intitolato alla Madonna di Loreto, in località Ribordone, il più signifcativo esempio di architettura religiosa all'interno del Parco, e il Santuario di San Besso in Val Soana. Il versante valdostano non è da meno. Il ponte-acquedotto romano di Pont d'Ael, ad esempio, testimonia come queste zone fossero popolate sin dall'antichità, mentre i numerosi castelli di epoche differenti regalano un colpo d'occhio davvero affascinante. Da non perdere, ad esempio, quelli di Introd , Sarriod de La Tour (Saint-Pierre), Saint-Pierre, Chatel-Argent (Villeneuve), La Mothe (Arvier), Montmayeur (all'inizio della Valgrisenche), Avise, Blonay ed Aymavilles. Per quanto riguarda, invece, le architetture religiose, tra i numerosi esempi meritano particolare attenzione la chiesa di Saint-Léger a Aymavilles, con una particolare facciata tromp-l'oeil e Saint Marie di Villeneuve, risalente al periodo paleocristiano. Persino le case in questa zona possono essere considerate delle vere e proprie opere d'arte. Da non perdere, ad esempio, la case rurali Maison Bruil a Introd e l Maison de Cogne Gérard-Dainé, fulgido esempio dell'architettura in legno e pietra.
Articoli correlati:
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100