Cerca nel sito
Marmolada Dolomiti Bellunesi
Thinkstock
Dolomiti Bellunesi
Popolate sin dalla preistoria, le Dolomiti Bellunesi vantano una lunga storia che ha lasciato, nel corso dei secoli, preziose testimonianze sul suo territorio. Tracce evidenti che raccontano l'epoca della dominazione romana prima, e della fase della cristianizzazione e del Medioevo poi. Il governo dei vescovi lasciò il posto a quello della Serenissima che ottenne il controllo dei territori del Bellunese agli inizi del XV secolo. Proprio in questo periodo Pieve di Cadore diede i natali niente meno che a Tiziano il quale, a soli nove anni, si trasferì,però, a Venezia con la famiglia dove intraprese il suo apprendistato ed entrò in contatto con altre eccellenti personalità della pittura italiana a cominciare da Gentile e Giovanni Bellini o dal Giorgione, con il quale instaurò una fortunata collaborazione prima di realizzare i più grandi capolavori della sua carriera artistica. Comincia così una lunga fase di prosperità per questa zona che si trasformò progressivamente in un importante polo commerciale ed industriale sopratutto grazie alle importanti risorse che poteva fornire all'economia veneziana che traeva giovamento dall'ingente quantità di legname proveniente dalla foresta di Caiada e dalle miniere di Valle Imperina, molto importanti per l'industria del rame. Con la caduta della Repubblica di Venezia il Bellunese conobbe un periodo di grandi mutamenti che lo videro prima cadere sotto una breve dominazione francese, e poi diventare parte del regno d'Italia napoleonico come Dipartimento della Piave. La sconfitta di Napoleone modificò nuovamente gli schemi della distribuzione del potere e, a seguito del Congresso di Vienna, Belluno e Feltre vengono inglobate nel regno Lombardo-Veneto sotto il dominio dell'Impero Asburgico per poi, dopo la sudata dichiarazione d'indipendenza, prendere parte alle vicende storiche, politiche e amministrative legate all'unità d'Italia. Da non sottovalutare, infine, il ruolo tutt'altro che secondario che la provincia ricoprì durante i conflitti mondiali che lasciarono, sul suo territorio, evidenti tracce ancora oggi ben visibili.

Articoli correlati:
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati