Cerca nel sito
Scheda Cremona
Courtesy of © turismo.comune.cremona.it
CREMONA
Vedere all'aperto:
Il lungofiume è senz'altro il luogo di interesse naturalistico più frequentato. La possibilità di saltare su un'imbarcazione e lasciarsi portare in giro per una breve crociera attrae molti visitatori e può essere un'esperienza piacevole. Il Portocanale è zona di attracco delle imbarcazioni che permettono la navigazione fluviale lungo il Grande Fiume, troverete lì quella più adatta alle vostre esigenze di trasferimento.
Musei:
Il Museo Stradivariano inizia la raccolta e la conservazione dei suoi eccezionali reperti nel 1893, quando il comune cremonese accetta la donazione di una raccolta di oggetti appartenenti ad Antonio Stradivari appartenuta a Giovanni Battista Cerani. Le donazioni private hanno poi potenziato la collezione fino alle dimensioni attuali. Inaugurato il 26 ottobre 1930, il museo espone un corpus unico al mondo costituito da forme in legno, modelli cartacei e attrezzi vari appartenuti al grande liutaio cremonese, oltre a numerosi strumenti ad arco e a pizzico dei secoli dal Diciottesimo al Ventesimo. Da segnalare la possibilità per non vedenti e ipovedenti di muoversi all'interno del percorso museale grazie all'utilizzo di piantine tattili in braille. Il Museo Civico "Ala Ponzone" si è costituito grazie alla donazione del marchese Ala Ponzone (1842) e si è arricchito con opere provenienti da chiese soppresse e con successivi lasciti e donazioni di privati. Dal 1928 ha sede in palazzo Affaitati, esemplare architettura cremonese del '500.
Monumenti:
Nel ritratto di A. Stradivari si rintracciano alcuni caratteri ricorrenti della scultura di Floriano Bodini (1933-2005), animatore del gruppo milanese Realismo Esistenziale negli anni '50, come la grande forza espressiva e il senso di drammaticità accentuato nell'artificiale accartocciarsi del mantello.
Palazzi:
Simbolo e prima meraviglia architettonica della città di Cremona è il famosissimo campanile del Duomo detto "Torrazzo", che sovrasta tutta la città dalla sua posizione in Piazza del Comune. L'altissima torre è visitabile, ma dovrete affrontare la salita di 487 scalini per poter vedere il magnifico panorama che si può godere dalla cima. Il Duomo, iniziato nel 1129 ma finito solo nell'anno 1170 è considerato un eccezionale esempio di architettura in stile romanico. Le caratteristiche artistiche più importanti della chiesa sono la sua facciata mormorea in stile Classico e Romanico con alcune richiami di tipo Gotico e il rosone centrale del 1274 ad opera di Giacomo Porrata. La facciata mostra bellissime decorazioni scolpite nel marmo quali l'Annunciazione, il calendario dei mesi e una mistica sirena che tiene la sua coda tra una forca. Al suo interno - a tre navate divise da pilastri - scopriamo le magnifiche decorazioni che portano la firma di importanti artisti locali e italiani. Sempre in piazza potrete osservare la caratteristica pianta ottagonale del Battistero, anch'esso in stile romanico coperto da un'antica cupola a sesto acuto. Oltre al romanico, l'interno della struttura è di tipo medioevale con alcune caratteristiche che richiamano il gotico. Dalla parte opposta del Duomo, quasi a fronteggiare il potere temporale con quello secolare, troviamo il palazzo Comunale, imponente edificio risalente agli inizi del tredicesimo secolo; fu sede governativa dell'antica Cremona ed oggi è utilizzato come museo e palazzo d'arte a custodia di cinque preziosi violini tra i migliori esemplari presenti sul territorio. Da segnalare sono la chiesa di S. Margherita, costruita nel 1547, è un bell' esempio di manierismo cremonese. Al suo interno troverete dipinti e affreschi di pregio. La chiesa di S. Agostino, costruita tra il 1339 e il 1345 fu completata appena nella metà del 1500 ed è riconoscibile per la facciata in stile gotico lombardo e l'interno suddiviso in tre navate. Da non mancare una visita alla chiesa di S. Sigismondo, che è stata costruita per volere di Bianca Maria Visconti, sul luogo dove erano state celebrate le sue nozze con Francesco Sforza. E' un notevole esempio di rinascimento cremonese.
Monumenti da non perdere:
  • Cattedrale di Santa Maria Assunta
    Di Jakub Hałun (Opera propria) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) o CC BY-SA 4.0-3.0-2.5-2.0-1.0 (http://creativecomm
  • Torrazzo
    Di Marcolazzari (Opera propria) [CC0], attraverso Wikimedia Commons
  • Palazzo Cittanova
    By Albertobru (Own work) [CC BY-SA 4.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], via Wikimedia Commons
  • Museo Stradivariano
    By Pianoplonkers (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0) or GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/f
  • Museo Civico  Ala Ponzone 
    I, Sailko [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html), CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/) or CC BY 2
Articoli correlati:
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati