Cerca nel sito
 Circeo
Wikimedia Commons
Circeo
Il territorio fu abitato sin da tempi antichi, testimonianze della presenza umana furono certificate a seguito i ritrovamenti avvenuti in alcune grotte là dove furono scoperti resti dell'uomo di Neanderthal e di ossa fossili. La zona fu poi abitata da popolazioni italiche quali Sabini, Etruschi e poi i Volsci. Nel 393 a.C. i Romani-Latini decisero di conquistare Circei e costruirono il perimetro dell'Acropoli; la città fu distrutta nel IX secolo dalle invasioni saracene. Nel 1239 il papa Gregorio IX ordinò ai Cavalieri Templari di impossessarsi della Rocca Circea che, in questo periodo, cambiò nome in Castrum Sancti Felicis. Nel 1300 alcune famiglie si tramandarono la zona finché non arrivò nelle mani della famiglia gaetana dei Caetani e, nel 1500, passò sotto il dominio dello Stato Pontificio. Con la morte di papa Alessandro VI il paese ritornò ad essere un possedimento dei Caetani per passare poi, nel ‘700 ai Ruspoli prima e agli Orsini dopo. Nel 1730 papa Clemente XII affidò al proprio nipote Neri Maria Corsini il territorio che, dopo la sua morte, venne gestito direttamente dal Governatore della Reverenda Camera Apostolica. Durante periodo napoleonico al promontorio venne affidato il compito di baluardo per la difesa costiera.
Articoli correlati:
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati