Cerca nel sito
Scheda Brindisi
Courtesy of © Brindisiweb.com
BRINDISI
Vedere all'aperto:
La città di Brindisi offre innumerevoli scorci da ammirare, come l'incantevole lungomare, il Centro a Ponente ed il Centro a Levante oltre alle famose Colonne Romane, da sempre simbolo della città.
Musei:
Tra i musei più interessanti spicca il Museo Archeologico Provinciale "F. Ribezzo" dove ammirare la scoperta di alcuni bronzi,rinvenuti pochi anni fa. Al museo si accede tramite l'antica porta dei templari ed al suo interno ogni sala è dedicata a dei periodi storici diversi. Il Museo Etnico della Civiltà Salentina "Agrilandia Museum invece, documenta i cicli di produzione dell'olio, latte, grano, vino ed espone aratri, falci, seminatrici, mulini, orci di terracotta. Vi si trovano inoltre opere di artisti contadini e statue lignee e in pietra realizzata dal fondatore Marcello Agrifani.
Monumenti:
In Piazza del Duomo è ammirrabile il Portico dei Cavalieri Templari, realizzato nel XIV secolo; l'edificio venne realizzato utilizzando elementi e materiali appartenuti a monumenti in degrado e alle antiche mura e comprende due piazze che nel XVII secolo erano chiamate Piazza dei Nobili e Piazza della Plebe, dov'era il mercato. La Fontana Tancredi, chiamata anche con il nome di Fontana Grande, risale al periodo romano, ma venne ricostruita alla fine del XII secolo per volere di Tancredi, re normanno, in occasione del matrimonio del figlio.
Quartieri:
Il quartiere più caratteristico di Brindisi è il Rione Sant'Elia, dove ogni giovedì mattina, si tiene un colorato e vivace mercato.
Palazzi:
La città di Brindisi vanta di un notevole numero di meraviglie architettoniche da contemplare come il Palazzo Montenegr che rappresenta un valido esempio di edilizia civile barocca della città. Bellissimo il Castello Aragonese del XV secolo eretto da Ferrante d'Aragona a guardia del porto, sull'isola di S. Andrea ed il castello Svevo, chiamato anche Castello di terra, per non confonderlo con il Castello aragonese, detto di mare, risale al 1227, abidito da Federico II come residenza fortificata propria e per le sue guarnigioni.
Monumenti da non perdere:
Articoli correlati:
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati