Cerca nel sito
Bobbio
Il buon gusto è sì una questione di stile ma anche di palato. In entrambi i casi Bobbio non teme rivali. In quella che è stata denominata la "food valley", ovvero la valle del cibo, le specialità da intenditori certo non mancano. La Padania ha infatti un pregio, caro ai buongustai, ed è quello di esprimere al meglio la ricchezza della gastronomia italiana. Come capoluogo della Val Trebbia Bobbio non fa eccezioni nemmeno in cucina e, date le sue dimensioni a misura d'uomo, in qualsiasi posto, locanda o ristorante che sia, è possibile assaggiare sapori particolari e genuini. Nella top ten dei piatti tipici di tutta la provincia piacentina spiccano i pisarei e faso (minuscoli gnocchetti conditi con sugo e fagioli), il burtlàina (stiacciata di farina, uova e latte fatta friggere) e l'insolita picula 'd caval (carne tritata di cavallo cucinata in umido con olio e pomodori). A seguire gli anolini, i tortelli con le erbette e la bomba di riso. Il tutto accompagnato dall'immancabile calice di vino. Per serate in esclusiva compagnia del gustoso nettare di Bacco, il posto dove andare è l'enoteca San Nicola. Il benvenuto è assicurato, e la scelta dei vini tipici piacentini anche: dallo Chardonnay al Fortana bianca, dalla Malvasia bianca di Candia aromatica alla Verdea e, naturalmente, il Trebbianino. Ampia scelta anche alla Cantina Marchese Malaspina, se si vuole portar via un souvenir alcolico bobbiese. Infine, i dolci. Lo sfizio gastronomico a cui cedere è un'eccelsa torta di mandorle, pochi ingredienti (ma quelli giusti) e un solo consiglio: abbondare. Di torte così non se ne trovano in nessun'altra parte d'Italia. Provare per credere. Dove? Ovunque, è la specialità locale. Al ristorante Il Vecchio Mulino, ad esempio, oppure, in località San Salvatore, al ristorante Ra Ca' Longa. Da non sottovalutare il fatto che quasi tutti i migliori alberghi di Bobbio (Cacciatori, Piacentino, Giardino, Italia, Ridella) hanno anche il ristorante interno, aperto ai turisti e di ottima qualità. Tuttavia, spostarsi nei piccoli centri limitrofi e assaggiare il menù di locande a conduzione familiare rimane la cosa migliore da fare.
Monumenti da non perdere:
Articoli correlati:
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati