Cerca nel sito
Scheda Bari
Courtesy of © Pugliaturismo.com
BARI
Vedere all'aperto:
Tutta la città vecchia costituisce un piacevole itinerario da percorrere a piedi, soffermandosi davanti alle facciate dei palazzi medievali e di chiese rinascimentali e barocche. Un'escursione in bicicletta vi porterà alla scoperta dei numerosi gioielli nascosti di Bari, partendo dal lungo mare barese, vero e proprio gioiello della città.
Musei:
A Bari è possibile dedicare intere giornate alla visita dei più affascinanti musei partendo dal Museo archeologico nazionale, Il Museo storico civico che conserva cimeli ed armi della Seconda Guerra Mondiale ed espone una collezione di quadri del Tanzi, la Pinacoteca provinciale, conserva dipinti veneti provenienti da chiese della regione oltre a bellissimi dipinti pugliesi del XV-XVI sec., una raccolta di pitture dell'800. Museo di Scienze della Terra che comprende circa 14.000 minerali, di cui 600 esposti come lo scheletro fossile di una balenottera lunga 12 metri, risalente al pleistocene inferiore.
Monumenti:
A Piazza Mercantile, vi si affacciano alcuni monumenti cittadini notevoli, come il rinascimentale palazzo del Sedile, dove si riunivano La Regia Corte e l'Università cittadine e la Colonna della Giustizia, dove venivano incatenati e lasciati al pubblico i debitori fraudolenti.
Quartieri:
La città vanta di un centro storico, la così detta Barivecchia, ricco di una storia millenaria, e un ampio quartiere ottocentesco dalla pianta ordinariamente a scacchiera (quartiere murattiano), che meglio interpreta la tradizione commerciale della città. Nel secondo dopoguerra, la città ha sofferto di un'urbanizzazione rapida e spesso incontrollata, cosìcchè la parte moderna del capoluogo, appare urbanisticamente confusa e molto meno regolare.
Palazzi:
La Cattedrale di Bari, esempio di romanico pugliese, notevoli "la trulla", sacrestia di forma cilindrica e la cripta che ospita il corpo di San Sabino. San Gregorio in piazza Sessantadue Marinai, è una delle chiese più antiche della città, merita una visita per gli splenditi capitelli all'interno. San Nicola,Largo Abate Elia, 13 capolavoro del romanico pugliese, venne costruita tra il 1087 ed il 1197 per custodire le spoglie di San Nicola, da osservare la facciata, le fiancate e all'interno, l'altare maggiore. Il Castello Svevo, originaria costruzione normanna, eretta per volere del re Ruggero II, venne successivamente ricostruito da Federico II, perché distrutto da una rivolta popolare contro Guglielmo il Malo.
Monumenti da non perdere:
Articoli correlati:
Seguici su:
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati