Cerca nel sito
Scheda Arezzo
Courtesy of © Arezzocitta.com
AREZZO
Vedere all'aperto:
Da non perdere l'Anfiteatro Romano, di forma ellittica, costruito intorno alla prima metà del II secolo d. C. e il Bosco di Sargiano che si estende per circa 10,5 ettari interamente nel comune di Arezzo e circoscritto nella cinta muraria del Convento di Sargiano. Il bosco ben conservato, è in gran parte ricoperto di esemplari di rovere, per l'avifauna sono presenti alcune specie di rapaci notturni quali barbagianni, civetta e allocco.
Musei:
I musei della città offrono ai visitatori la possibilità di ammirare una varietà di beni di inestimabile valore artistico: il Museo Archeologico Gaio Cilnio Mecenate, il Museo Statale d'Arte Medioevale e Moderna, il Museo e Casa Vasari, la Casa Museo Ivan Bruschi e il Museo Diocesano.
Monumenti:
Al centro della città, piazza Grande dispiega una vera antologia di stili architettonici, accanto alle due torri medievali, si ergono l'imponente Loggiato Vasariano, una delle più interessanti opere architettoniche rinascimentali e il Palazzo del Tribunale. Nella chiesa di San Domenico potrete inoltre ammirare il Crocefisso del Cimabue.
Quartieri:
Corso Italia è lo storico asse medievale (Borgo Maestro) della città e sicuramente la sua via principale, interamente costeggiata di antichi palazzi e prestigiosi negozi.
Palazzi:
La parte più elevata della città è dominata dalla Cattedrale che presenta nel suo aspetto tratti gotici e custodisce opere d'arte tra le quali La Maddalena di Piero della Francesca e dalla Fortezza Medicea. Il Palazzo della Fraternita dei Laici, bell'esempio di architettura gotica e rinascimentale e l'abside della Pieve di Santa Maria. Lungo via dei Pillati potrete ammirare il Palazzo Pretorio e la presunta casa natale del Petrarca. Il Duomo si trova su di una scalinata cinquecentesca ed è in stile gotico; all'esterno troviamo il campanile neogotico e all'interno troviamo le vetrate istoriate di Guillaume de Marcillat, la Cappella Tarlati, l'Arcadi S.Donato, l'affresco della Maddalena di Piero della Francesca e il Cenotafio di Guido Tarlati e all'estremità della navata, la Cappella della Madonna del Conforto.
Monumenti da non perdere:
Articoli correlati:
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100